Berlino ritira la cittadinanza onoraria a Hindenburg reo di aver agevolato l’ascesa di Hitler

Paul von Hindenburg, secondo presidente della Germania dal 1925 al 1934, non è più un berlinese onorario

Paul von Hindenburg non è più un cittadino onorario della città di Berlino. Il sindaco della capitale tedesca, Michael Müller insieme al governo dello stato di Berlino, giovedì ha cancellato l’aristocratico prussiano dalla lista dei cittadini onorari. Anche Hitler era divenuto cittadino onorario nel 1933 ma fu rimosso nel 1948, tre anni dopo la fine della seconda guerra mondiale.

I pareri politici

La decisione di rimuovere Hindenburg dai cittadini onorari è stata presa il mese scorso dalla coalizione di sinistra dei socialdemocratici, da Die Linke (La Sinitra) e dai Verdi di Berlino. I cristiano-democratici di centrodestra hanno sostenuto invece che pur essendo una figura controversa, Hindenburg non meritava di essere spogliato del suo titolo onorifico. Il politico della Linke Wolfgang Bauer ha sostenuto che la capitale avrebbe dovuto seguire l’esempio di Colonia, Monaco di Baviera, Halle, Lipsia, Stoccarda e Kiel. Ma il deputato della SPD Alex Lubawinski ha detto che Hindenburg è stato una “personalità complessa” e un “democratico” e che era sbagliato accusarlo di aver distrutto intenzionalmente la Repubblica di Weimar, il primo esperimento di democrazia della Germania. Regina Kittler, membro del comitato esecutivo del gruppo parlamentare Die Linke, giustifica la decisione con il fatto che Hindenburg aveva nominato Adolf Hitler Cancelliere il 30 gennaio 1933. Hindenburg ha sicuramente contribuito a distruggere la democrazia in Germania e ad aprire la strada alla dittatura. «Il tempo in cui viviamo richiede ancora una volta di ergerci per la democrazia», ha detto Kittler. «Questo include la costante condanna dei colpevoli. E Hindenburg era colpevole».

Chi era Paul von Hindenburg

Von Hindenburg ha guidato l’esercito tedesco nella Prima Guerra Mondiale ed è stato presidente del paese per quasi un decennio, ma a causa del suo ruolo nell’ascesa al potere del dittatore nazista Adolf Hitler, Paul von Hindenburg non è più un berlinese onorario. Predecessore di Adolf Hitler come capo di Stato, l’aristocratico ex generale e feldmaresciallo, è considerato in molti libri di storia come colui che ha spianato la strada all’ascesa al potere del dittatore nazista. Fu eletto presidente nel 1925 e ricoprì tale ruolo fino alla sua morte, avvenuta nel 1934. Fu Hindenburg stesso che all’età di 84 anni, il 30 gennaio 1933, nominò Hitler Cancelliere. Nel marzo dello stesso anno firmò la legge d’abilitazione, concedendo a Hitler i poteri d’emergenza che poi utilizzò per consolidare la sua presa sulla Germania. Dopo la morte di Hindenburg nel 1934, Hitler si nominò Reichsführer e il resto, come si dice, è storia.

Leggi anche: È morto Ulay, artista e compagno storico di Marina Abramović

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Leggi anche: “Berlino ritira la cittadinanza onoraria a Hindenburg reo di aver agevolato l’ascesa di Hitler” […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *