Zalando, AD lascia l’azienda per i figli. « Sia mia moglie a fare carriera »

Rubin Ritter, co-amministratore delegato di Zalando, lascerà la società per dare priorità all’avanzamento professionale di sua moglie.

Il suo contratto sarebbe scaduto alla fine del 2023, ma il 38enne ha deciso di non voler attendere. 
In un’azienda che conta solo uomini nel consiglio di amministrazione, tale notizia giunge come una boccata d’aria fresca. Ritter ha infatti dichiarato di voler dare una nuova direzione alla sua vita e dedicare più tempo alla famiglia. Ha affermato poi: «Mia moglie e io abbiamo convenuto che per i prossimi anni le sue ambizioni professionali debbano avere la priorità».

Un altro punto di vista sulla parità e l’inclusione

Non è la prima volta che il co-amministratore delegato della tedesca Zalando ha dimostrato di voler contribuire alla parità dei generi. Recentemente ha infatti rilasciato il primo rapporto dell’azienda sulla diversità e l’inclusione, dichiarando di vedere nei due obiettivi «un’opportunità piuttosto che una sfida ».
L’azienda, partendo dal basso, ha raggiunto un portafoglio di 36 milioni di clienti, facendo da padrona nel settore europeo della moda online.

Tante lotte per la parità: solo adesso si inizia ad intravedere uno spiraglio

L’annuncio, è triste constatarlo, ha destato molto scalpore. 
Sorge spontaneo chiedersi – purtroppo in vena retorica – se, a ruoli invertiti, la stessa notizia avrebbe sortito lo stesso effetto.
Eppure siamo quasi nel 2021, l’anno che vedrà la prima vicepresidente degli Stati Uniti e di conseguenza il primo First Gentleman della storia. 
La strada percorsa per raggiungere la parità tra donne e uomini è stata ed è tutt’ora lunga, tortuosa ed in salita.
Possiamo solo sperare che in un futuro prossimo, concetti come ‘Gender Pay Gap’ possano essere estinti, ma intanto, nel 2020, quello tedesco è ancora uno dei più elevati in Europa.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *