Zalando prima vende, poi riaffitta, il proprio quartier generale a Berlino

La sede del più famoso rivenditore tedesco di moda online Zalando ha adesso un nuovo proprietario.

Vendere l’immobile in cui hai creato il tuo ufficio, completando i lavori solo nel 2018, per poi riaffittarlo a lungo termine come se nulla fosse: è quanto fatto da Zalando con il suo quartier generale di Friedrichshain, zona est di Berlino. L’annuncio dell’operazione è stato dato lunedì 10 gennaio dalla società immobiliare Hines, specificando che l’acquirente della proprietà è “un fondo immobiliare lanciato da Universal-Investment per la Bavarian Supply Chamber”. L’edificio di Zalando, infatti, apparteneva precedentemente a un fondo immobiliare con sede anche in Lussemburgo. Il prezzo di vendita? Resta un segreto tra le due parti.

Per Christoph Reschke, amministratore delegato della società immobiliare Hines, è stata un’occasione imperdibile per portare avanti la strategia immobiliare sostenibile di Hines. “Continueremo a identificare e sviluppare progetti così attraenti e promettenti, creando così valore sostenibile per i nostri investitori”. Secondo quanto dichiarato da Hines, gli investimenti immobiliari a Berlino porteranno ad una continua espansione positiva e sostenibile.

La sede di Zalando a Fridrichshain, la struttura e la zona

Locato sulle sponde della Sprea, l’edificio è uno degli uffici più visibili all’interno di quell’area soprannominata Mediaspree, una striscia di terra vicino all’East Side Gallery e adiacente al fiume Sprea (da qui il nome), che negli ultimi vent’anni ha convinto alcuni dei più grandi network internazionali a farne la propria sede. L’immobile venduto si compone di due edifici di circa 42.000 mq, ognuno di sette piani. Al suo interno ci sono, oltre agli uffici, un’area ristorazione, una terrazza all’ultimo piano utile per chi vuole praticare attività sportiva, un asilo nido e 156 posti auto.

Zalando: una realtà completamente berlinese (nonostante il nome italiano)

L’idea di un e-commerce nasce a Berlino dai neolaureati Robert Gentz e David Schneider, che nel 2008 danno vita ad un progetto destinato a entrare nella storia. Il nome viene da Zahlen, pagare in tedesco, però declinando come se fosse un gerundio italiano, un modo per richiamare il focus sulla moda.  Sebbene all’inizio si trattava di un e-commerce di infradito, in appena un anno i due imprenditori hanno trasformato la realtà commerciale in uno store online in cui poter acquistare tutti i tipi di scarpe e qualche capo d’abbigliamento. Oggi è uno dei principali store online che si distingue per l’efficace customer service virtuale e per riuscire ad adattarsi ai cambiamenti culturali.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *