Merkel vuole lockdown ancora più duro dopo Natale

La Cancelliera preme per inasprire ancora di più le restrizioni subito dopo Natale

I numeri dei contagiati in Germania non accenna a scendere, nonostante le restrizioni introdotte dal Governo. Per questo motivo, martedì 8 dicembre, davanti al Parlamento Angela Merkel ha chiesto di introdurre misure ancora più severe per cercare di contenere i contagi. La Cancelliera, considerando le proposte dell’Accademia Cesarea Leopoldina, ha chiesto di chiudere tutti i negozi dopo Natale almeno fino al 10 gennaio, e di ridurre al minimo l’insegnamento in presenza nelle scuole. «Il numero dei casi è a un livello allarmante e la riduzione dei contatti non è più sufficiente. Dobbiamo fare tutto il possibile per assicurarci che i contagi non crescano di nuovo in modo esponenziale» ha dichiarato la Cancelliera. Secondo i dati del Robert Koch Institut, solo nella giornata di oggi (9 dicembre) ci sono stati 20.815 contagi rispetto a ieri.

Nel suo discorso Merkel ha lodato il comportamento della popolazione tedesca in queste ultimi mesi e ha parlato dell’inizio delle vaccinazioni

«La chiave più importante per combattere con successo il virus nel nostro Paese è il comportamento responsabile di ogni individuo» ha affermato la Cancelliera. Durante il suo discorso ha inoltre lodato il comportamento dei tedeschi durante questi difficili mesi. Merkel è inoltre convinta che la stragrande maggioranza dei tedeschi siano pronti ad accettare le nuove restrizioni, cosa di cui si è detta «sinceramente grata». Per quanto riguarda l’inizio delle vaccinazioni in Germania, la Cancelliera ha dichiarato che c’è un barlume di speranza che possano cominciare all’inizio del prossimo anno. Nel primo trimestre, tuttavia, è improbabile che saranno possibili così tante vaccinazioni per vedere un cambiamento significativo nella popolazione.

Merkel ha anche difeso il previsto debito di 180 miliardi di euro, ma è stata duramente criticata da AfD

«La Germania è un paese economicamente forte» ha detto la Cancelliera a proposito del previsto indebitamento di 180 miliardi di euro a cui sta andando incontro la Germania, e che dovrà essere votato venerdì dal Bundestag con il progetto di bilancio che presenterà il Ministro delle finanze Olaf Scholz . L’assunzione di un debito di questa portata è tutt’altro che facile ma «assolutamente necessaria». Merkel sa che, purtroppo, questo debito è un onere che ricadrà sulle prossime generazioni e che comporterà restrizioni sulla spesa futura. Dopo il suo discorso, la Cancelliera è stata criticata da alcuni esponenti di AfD. Alice Weidel, capogruppo del partito al Bundestag, ha parlato di «un esito catastrofico» riferendosi alle restrizioni introdotte per combattere il diffondersi dei contagi. Weidel ha definito il lockdown light «inadatto» e ha accusato il Governo di aver gestito in maniera «casuale e grottesca» la pandemia «bloccando i cittadini e distruggendo intere industrie».

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Angela Merkel da Pixabay

1 commento
  1. Fernando
    Fernando dice:

    In diiese pandemie ist leicht su spreken mit eine Gehalt von 20.000€ monat aber di Mitarbeiter mit 60% Gehalt kredit zahlen miete und essen schaffen di nicht

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *