L’Arte di Educare: a Berlino un corso in italiano sull’educazione tenuto dall’esperta Elisabetta Mina

Corsi sull’educazione in italiano a Berlino, per chi vuole sapere come accompagnare al meglio la crescita dei propri figli.

«Il mio fine è che ogni bambino possa crescere felice, espresso e con tutte le abilità necessarie per vivere appieno la propria vita.» A parlare è Elisabetta Mina, a Berlino dal 2008, laureata in scienze della formazione primaria presso l’università degli studi di Torino e con un master in diritti dei bambini presso la Freie Universität di Berlino. Da dieci anni attiva in campo educativo, dal 2015 conduce il corso “L’Arte di Educare”, un’occasione che permette ai partecipanti di crescere nel proprio ruolo di educatori e come persone.

L’Arte di Educare, il corso

Il progetto L’Arte di Educare comprende una serie di lezioni sull’educazione rivolte a genitori, educatori ed insegnanti, unite a momenti di riflessione e confronto. Il corso viene svolto in lingua inglese, tedesca, spagnola ma anche in lingua italiana. Nel complesso si tratta di un percorso articolato in 10 incontri, in ognuno dei quali viene approfondito un tema diverso. Ad esempio, il prossimo incontro che si terrà domenica 29 marzo 2020, svilupperà il tema dal titolo “Educare con amore e fermezza”.  Si tratta di temi diversi, sviluppati però con il medesimo approccio, ovvero mettendo al centro la relazione, in quanto considerata il canale più adatto per insegnare.

L’Arte di Educare, gli obiettivi

Grazie a questo corso insegnanti, educatori e genitori potranno migliorare le proprie abilità nell’accompagnare la crescita del bambino. Di seguito vengono illustrati gli obiettivi del corso l’Arte di Educare:

  • Saper guidare i bambini e i ragazzi nel percorso necessario per imparare mantenendo con loro una buona relazione, basata sulla comprensione, il rispetto, il reciproco aiuto, e la stima.
  • Accompagnare bambini e ragazzi nella crescita, avendo cura dello sviluppo della loro personalità: voler imparare, esprimere le emozioni, formare la volontà, conoscere se stessi.
  • Gestire le difficoltà, trasformandole in momenti di apprendimento in cui si riesce a interagire in modo costruttivo. Prevenire i problemi personali, di apprendimento e di relazione.
  • Migliorare la collaborazione tra scuola e famiglia per realizzare con più successo sia le mete dell’istruzione che le finalità educative.

L’Arte di Educare, modalità di partecipazione

È possibile seguire l’intero percorso ma anche partecipare solo a singoli incontri, iscrivendosi fino a massimo tre giorni prima del corso. La quota di adesione è di 80€ a persona per incontro, per le coppie è prevista una riduzione. Una volta effettuata l’iscrizione i partecipanti ricevono un manuale con teoria ed esercizi per ogni incontro, mentre alla fine del corso riceveranno un attestato di frequenza.

L’Arte di Educare, orari e sedi 

I corsi si tengono sempre di domenica dalle 9.30 alle 17.30 a Fürbringerstraße 1, 10961 Berlino (U7-Gneisenaustraße oppure U6-Mehringdamm). Nella stessa sede, il 18 marzo alle ore 20:30, si terrà la presentazione del corso in italiano, che sarà ad ingresso gratuito. Per coloro che sono interessati, si chiede di confermare la partecipazione a uno dei contatti indicati in calce a questo articolo.

L’Arte di Educare

Corsi in lingua italiana:

Domenica 29 marzo 2020 – Educare con amore e fermezza

Domenica 17 maggio 2020 – I fini nell’educazione

Domenica 14 giugno 2020 – Il si e il no

Domenica 13 settembre 2020 – Le abitudini di vita

Domenica 8 novembre 2020 – Il ciclo di apprendimento

Domenica 6 dicembre 2020 – Insegnare le relazioni

Presentazioni in italiano:

Mercoledì 18 marzo 2020 alle 20:30

Luogo degli incontri:

Fürbringerstraße 1, 10961 Berlino (U7-Gneisenaustraße oppure U6-Mehringdamm).

Contatti:

Elisabetta Mina

Telefono: +49 (0) 15157339766

Mail: kunstdeserziehens@gmail.com

Sito web: www.elisabettamina.com

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Foto © Anna Pritchard on Unsplash

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *