La Germania ricompenserà i soldati gay vittime di discriminazioni

I soldati omosessuali, vittime di discriminazioni nell’esercito, potrebbero ricevere un risarcimento finanziario secondo un nuovo progetto di legge

Il Ministro della Difesa, Annagret Kramp-Karrenbauer, ha annunciato l’arrivo di un nuovo disegno di legge. La nuova misura riguarderà i soldati delle forze armate della Bundeswehr, discriminati per la loro omosessualità. L’omosessualità era considerata illegale in Germania fino agli anni ’60. Agli arbori della Bundeswehr, fondata nel 1955, i soldati omosessuali ricevevano uno stipendio più basso e in alcuni casi venivano licenziati o declassati di ruolo. In seguito, fu loro permesso di rimanere nelle forze armate ma non gli furono affidati ruoli di rilievo. Solo a partire dagli anni 2000 i soldati bisessuali o gay poterono apertamente prestare servizio nella Bundeswehr. Le persone trasgender sono state ammesse solo nel 2004.

La nuova proposta di legge

Prima della proposta di Kramp-Karrenbauer, i precedenti governi si sono rifiutati di annullare tutte le precedenti sentenze civili contro i soldati omosessuali. La proposta del Ministro della Difesa mira a far fronte alle ingiustizie subite dai soldati sottoposti a misure punitive da parte dei tribunali militari. Queste nuove leggi saranno applicate anche ai soldati dell’ex Germania dell’Est. Jens Brandenburg, del partito FDP, è favorevole ai nuovi provvedimenti. «Dobbiamo alle vittime della discriminazione statale un risarcimento sincero» ha affermato il politico.

La lunga lotta contro le discriminazioni

Fino al 2000, la politica della Bundeswehr sosteneva che promuovere di grado i soldati gay avrebbe potuto costituire un rischio per la sicurezza. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha identificato l’omosessualità come una malattia mentale fino al 17 maggo del 1990. Il famigerato Paragrafo 175 del Codice Pnale Tedescodichiarava che gli atti sessuali tra uomini erano da considerarsi un crimine. A partire dal 2000 le leggi discriminatorie cambiarono e da allora gli uomini gay furono ammessi a posizioni di comando. Inoltre, nel 2002 nacque il Queer BW, l’ex gruppo di lavoro per i membri omosessuali della Bundeswehr. Per 18 anni il gruppo ha richiesto delle scuse da parte del Ministro della Difesa e una reintegrazione ai loro posti di lavoro. Ora, il nuovo progetto di legge sembra finalmente fare giustizia.

Leggi anche: Berlino vuole l’obbligo delle mascherine in tutte le scuole cittadine

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *