Germania, uomo lecca il distributore dei biglietti per “spargere il Coronavirus”

L’uomo tedesco lecca la macchina dei biglietti ‘per diffondere il coronavirus’

La polizia ha arrestato un uomo a Monaco di Baviera per aver leccato i distributori automatici di biglietti, i binari fissi e i corrimano mobili della scala mobile della metropolitana della capitale bavarese. L’uomo ha sostenuto che stava cercando di diffondere il COVID-19.

La polizia ha preso in custodia l’uomo incriminato

Come riportato dalla polizia di Monaco di Baviera, l’uomo è indagato per diffusione intenzionale dell’infezione da coronavirus. Nei video condivisi online dall’uomo, il trentatreenne può essere visto mentre lecca le macchinette della metropolitana e i corrimano. Secondo l’agenzia di stampa AFPH, l’uomo ha dichiarato di voler diffondere il coronavirus. È stato preso in custodia dalla polizia e accusato di gravi lesioni personali. Una portavoce della polizia ha detto che non è chiaro se il colpevole sia effettivamente infetto da COVID-19..

La situazione in Germania

I dati di lunedì riguardanti il Coronavirus sono prima di tutto tragici visto il boom di decessi, ben 226 in un solo giorno (il precedente picco era 176 giovedì scorso). Meno negativi sono invece quelli riguardanti i nuovi contagi, “solo” 3252, minor dato registrato dal 22 marzo. Si tratta di un rallentamento costante, probabilmente frutto delle restrizioni messe in atto proprio due settimane fa.  “Non abbiamo né un vaccino né un medicamento. Al momento quindi ciò che dobbiamo fare è rispettare la distanza di sicurezza, un metro e mezzo, meglio due”. Sono alcune delle frasi pronunciate ieri da Angela Merkel durante la prima conferenza stampa da quando ha lasciato la quarantena (aveva avuto contatti con un medico poi risultato positivo). Niente cambia quindi sul piano delle limitazioni che rimarranno in vigore almeno fino al 19 aprile e che probabilmente saranno allungate fino alla fine del mese. Secondo le informazioni sempre raccolte da Reuters, il governo sta lavorando a come potrebbe essere la riapertura. Ci sarebbe un documento del Ministero dell’Interno federale secondo cui le scuole saranno le prime ad essere riaperte. Poi negozi e ristoranti, ma solo in alcune regioni. Grandi eventi e feste private dovrebbero rimanere proibiti per il momento.

 

Leggi anche: #WirvsVirus, la piattaforma creata dalla Germania per proporre soluzioni alla pandemia del Corona-virus

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: screenshot da Youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *