Berlino, obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto in alcune specifiche strade

Il Senato di Berlino ha preso decisioni più dure per quanto riguarda l’uso della mascherina

Nel pomeriggio di martedì 20 ottobre il Senato di Berlino ha introdotto nuove restrizioni per contrastare il diffondersi dei contagi da Covid-19. Sarà obbligatorio indossare la mascherina in alcune vie di Berlino e nei mercatini all’aperto e, in ogni caso, ogniqualvolta non si riesca a rispettare la distanza di sicurezza di 1,5 metri. Il sindaco Michael Müller ha comunque consigliato di «coprirsi sempre naso e bocca anche negli spazi pubblici all’aperto». Per quanto riguarda le feste private, è stato introdotto il divieto di assembramento per più di 25 persone all’aperto. Al momento le vie berlinesi in cui è obbligatorio indossare le mascherine sono le seguenti:

– Tauentzienstraße nel quartiere di Schöneberg

– Kurfürstendamm nel quartiere di Charlottenburg-Wilmerdorf

– Wilmersdorfer Straße nel quartiere di Charlottenburg

– Altstadt Spandau

– Schloßstraße nel quartiere di Steglitz

– Bergmannstraße nel quartiere di Kreuzberg

– Friedrichstraße nel quartiere di Mitte

– Karl-Marx-Straße nel quartiere di Neukölln

– Bölschestraße nel quartiere di Köpenick

– Alte Schönhauser Straße nel quartiere di Mitte

 

Dopo la riunione il sindaco ha criticato la decisione del Tribunale amministrativo riguardo alla revoca del coprifuoco per alcuni locali

Pochi giorni fa 11 bar e ristoranti si erano appellati al Tribunale amministrativo di Berlino per chiedere che venisse tolto l’obbligo di chiusura dalle 23 alle 6. Il Tribunale aveva dato loro ragione, ma la decisione della Corte è stata criticata dal sindaco Müller che ha ritenuto insensato «lottare per avere solo due ore di apertura in più». Per adesso la revoca del coprifuoco riguarda solo gli 11 locali che si sono rivolti al Tribunale, ma il timore è che molti altri bar e ristoranti possano rivolgersi alla Corte e vincere il ricorso. Rimane comunque sempre valido il divieto di vendere alcolici a partire dalle 23:00. Il primo cittadino ha dichiarato che, molto probabilmente, le restrizioni per bar, ristoranti e rivendite notturne verranno ulteriormente inasprite.

Il sindaco ha escluso un nuovo lockdown

Müller ha categoricamente smentito l’idea di introdurre un lockdown per la città di Berlino. L’ipotesi era stata avanzata dal sindaco distrettuale di Pankow, Sören Benn, che aveva chiesto un blocco temporaneo a livello nazionale per contenere la pandemia. Il primo cittadino di Berlino ha però dichiarato che un nuovo lockdown, anche se breve, avrebbe «conseguenze drammatiche».

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: da Pexels

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *