Ragione vs istinto: a Berlino arriva lo spettacolo “Le Bassaridi” di Henze

Penteo and Dioniso, ©screenshot, https://www.youtube.com/watch?v=a8vDObIe6X4&t=4027s

Un palcoscenico sovraffollato

Al teatro Komische Oper di Berlino ha avuto inizio la lunga stagione dell’opera del compositore tedesco Hans Werner Henze su libretto di W. H. Auden e C. Kallman: “The Bassarids”. Situato nel quartiere di Mitte, il teatro Komische Oper ha voluto rimuovere gli argini tra cast e orchestra, posizionando entrambe le parti sull’imponente palco illuminato. Alla première di domenica 13 ottobre il pubblico è rimasto sbalordito da questa mistione inaspettata, guidata dal direttore Vladimir Jurowski e dal regista Barrie Kosky. Le straordinarie coreografia di Otto Pichler e scenografia di Katrin Lea Tag hanno catalizzato l’attenzione sul movimento degli agenti. Per parteciparvi è possibile acquistare i biglietti online o direttamente al botteghino del teatro Komische Oper.

Una lotta perpetua tra ragione ed istinto

Le Bassaridi è un’opera incentrata sul conflitto tra razionalità (nelle vesti di Penteo) e irrazionalità (in quelle di Dioniso). L’azione si svolge nella città di Tebe. Dopo aver ereditato il trono di Tebe, Penteo proibisce il culto di Dioniso ma i cittadini, non accettando il veto, decidono di recarsi sul monte Citerone per intraprendere il rito sacro. Perciò, tutti i cittadini (compresa la madre Agave, sua sorella Autonoe, l’indovino Tiresia e uno Straniero, di cui sarà svelata l’identità solo al termine dell’opera), avendo disobbedito, dovranno essere imprigionati. Penteo si scaglia sfrenatamente contro lo Straniero che lo convince a recarsi sul monte Citerone, travestito da donna, per spiare le Bassaridi in escandescenza. Lì presenti vi sono anche le Menadi le quali scoprono che tra loro c’è un intruso (ossia Penteo) e lo inseguono per ucciderlo. Agave (una delle Menadi) si accorge di aver ucciso suo figlio e Dioniso, il quale impersona un comune mortale (lo Straniero), impone ai Tebani la totale adorazione del suo culto.

Sull’eco della mitologia greca

L’opera fu rappresentata, per la prima volta, nel 1966 nel Großes Festspielhaus di Salisburgo e diretta da Christoph von Dohnányi, su libretto in traduzione tedesca di Maire Basse-Sporleder (“Die Bassariden”). Due anni dopo fu messa in scena anche in lingua inglese. Lo stesso anno fu rappresentata anche in Italia al teatro la Scala di Milano. L’intreccio si ricostruisce sulla tragedia “Le Baccanti” di Euripide, antico drammaturgo greco. Purtroppo quest’ultimo non ebbe mai l’onore di vedere la sua opera in atto, poiché morì poco tempo prima. Inoltre, la tragedia fu conglobata nella trilogia con “Alcmeone a Corinto” (oggi quasi interamente perduta) e “Ifigenia in Aulide”, grazie a cui Euripide ottenne una vittoria postuma.

The Bassarids, Komische Oper Berlin

Prossime date: giovedì 17.10.2019 h19:00-21:30, domenica 20.10.2019 h18:00-20:30, sabato 02.11.2019 h19:00-21:30, martedì 05.11.2019 h19:00-21:30 e successive sino a giugno 2020.

Per ulteriori appuntamenti o info: https://www.komische-oper-berlin.de/programm/a-z/bassarids-bassariden/

Leggi anche: Guida ai quattro teatri dell’opera di Berlino

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Penteo and Dioniso, ©screenshot on Youtube

Leave a Reply