La storia del Quartier Latin da edificio residenziale a mitico club di Berlino Ovest

Il Quartier Latin, leggendaria casa di jazz, rock e blues nell’allora Berlino Ovest

L’unicità di Berlino si respira in ogni suo angolo, strada o edificio. Tra questi ci sono alcuni leggendari locali che sono in grado di raccontarne la storia meglio di altri: uno è il Quartier Latin. Situato in Potsdamer Straße 96, la struttura fu rilevata da Christa e Manfred (“Manne”) Saß nel 1972 come Quartier Latin, dall’omonimo quartiere parigino. L’idea iniziale dei due coniugi era di adibire il locale a pub ristorante e accompagnare gli ospiti con intrattenimento musicale. Fino all’ultimo giorno di gestione alla fine degli anni ottanta, i due proprietari si sono sempre occupati personalmente dell’organizzazione di concerti, eventi e collaborazioni, ma fu solo grazie al giornalista e fotografo Klaus Achterberg che il Quartier Latin è riuscito a diventare un punto di riferimento della scena musicale berlinese di quel periodo, facendosi largo a colpi di note blues, jazz, rock e pop. Il Quartier Latin non esiste più, ma a distanza di anni la sua leggendaria reputazione non è svanita.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Henry Steinhau (@henrysteinhau)

Il tempio della musica

In soli due decenni di attività il successo del Quartier Latin ha avuto una crescita esponenziale. Da palcoscenico per esibizioni occasionali, questo è diventato sede di concerti, festival e concorsi, tra cui il Festival Jazz in July o il Rock News, la competizione rock del Senato di Berlino. Innumerevoli grandi artisti anche a livello internazionale hanno calcato il palco del locale, e tanti altri emergenti hanno avuto la possibilità di farsi conoscere tramite le luci di questo riflettore. Nina Hagen, i Pankow e i Die Ärtze sono solo alcuni dei grandi nomi che sono passati per il Quartier Latin.

Un edificio dai mille volti che racconta decenni di storia berlinese

Cuore del quartiere Tiergarten, il Quartier Latin è riuscito a fare la storia in un luogo altrettanto storico. Nato come edificio residenziale alla fine del 19esimo secolo, dal 1913 viene allestito a cinema con il nome di Biophon Theater Lichtspiele, rimanendo attivo dall’epoca nazista fino alla costruzione del muro come BTL-Lichtspiele. A seguito della chiusura del cinema, la struttura si adattò a sede di svariati uffici. Fu poi la Epicur GmbH, già proprietaria di due music bar, a trasformarlo nel Quartier Latin. A causa di difficoltà economiche, dopo soli due anni fu costretta ad arrendersi cercando nuovi acquirenti. Fu così che i coniugi Saß entrarono in gioco rivoluzionando l’ex cinema nel leggendario locale di musica. In seguito a un rincaro degli affitti, Christa e Manfred cedettero il Quartier Latin che, mutò ancora una volta il proprio volto nel 1992 trasformandosi nel teatro Wintergarten Varieté. Che sia cinema, locale o teatro, il civico 96 di Potsdamer Straße rimane da oltre un secolo una casa per l’arte in ogni sua forma.

Berlin Wintergarten Potsdamer Straße 2010, Foto: Andreas Praefcke, Licenza: CC BY 3.0

Berlin Wintergarten Potsdamer Straße 2010, Foto: Andreas Praefcke, Licenza: CC BY 3.0

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *