Wilden Renate a Berlino https://pixabay.com/it/photos/esecutori-ballare-silhouette-danza-5644247/ CC0

Wilde Renate: salone di bellezza, squat e poi club cult di Berlino

Perchè il Salon Zur Wilden Renate è uno dei club più conosciuti e rinomati di tutta la città

La città di Berlino è famosa per ospitare alcuni tra i club più rinomati al mondo. Oltre ad essere luogo di ritrovo per gli amanti della musica house ed elettronica, le loro location sono tutt’altro che banali. Uno dei club più famosi della città è senza dubbio il Salon Zur Wilden Renate, collocato sulla riva del fiume Sprea, nelle vicinanze di Treptower Park. Il Wilde Renate, inaugurato nel 2007, prende il proprio nome dalla parrucchiera, Renate, che, un tempo, aveva il proprio negozio all’interno dello stesso edificio. Fino al 2001, l’interno del Wilde Renate è stato reso unico dalla presenza di un labirinto, costruito solo con pezzi riciclati.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Falà (@pazifisch)

La storia del Wilde Renate: da edificio occupato a famoso club

Tra i numerosi club di Berlino, il Wilde Renate è certamente uno dei più conosciuti. Collocato nei pressi di Treptower Park, il locale è stato inaugurato nello stesso edificio che, precedentemente, ospitava una parrucchiera. Tuttavia, per molti anni, la singolarità del club era dovuta alla presenza di un labirinto. L’installazione, conosciuta con il nome di Peristal Singum, fu costruita con l’utilizzo di materiale riciclato e resti urbani. L’opera, che fu assemblata nel 2001, quando l’edificio era occupato dal collettivo di artisti Karmanoia, fu poi chiusa a fine marzo del 2014. Grazie alla presenza dell’installazione, il Wilde Renate sembrava rievocare famosi romanzi di Lewis Carroll.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Julia Klann (@journaljulia)

La struttura del locale

Il Wilde Renate si compone di tre diverse sale, all’interno delle quali la musica suonata è prevalentemente techno e house. Le principali piste da ballo si trovano una al piano terra e due al primo piano. Inoltre, è possibile accedere a un cortile interno dove ci si può rilassare tra un ballo e l’altro e dove, durante le serate estive, vengono spesso organizzate serate all’aperto. L’interno del locale, grazie alla presenza di divani in pelle consumata e mobili antichi, richiama l’affascinante atmosfera di un’altra epoca. Di tanto in tanto il locale organizza anche delle feste a bordo di barche che attraversano il canale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Julia Klann (@journaljulia)

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mathieu 🐬 (@mathieu.dsch)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nikola (@marrrinkovic)

Il racconto di una serata al Wilde Renate

Ci siamo messi in fila verso le 5:00 della mattina e di abbiamo atteso circa mezz’ora prima di entrare nel locale. Prima di accedere al club è necessario registrarsi a luca App. Fogli recanti il QR Code per facilitare la registrazione sono appesi sui muri all’esterno. Una volta mostrato il certificato di vaccinazione e il documento di identità, è necessario poi coprire le fotocamere del telefono con degli sticker e pagare l’ingresso. Una volta dentro, dopo aver trascorso un po’ di tempo nel cortile del locale, la serata è proseguita all’interno, dove si alternano stanze in cui è possibile ballare e altre nelle quali sono presenti divani e altre sedute. Tutte le stanze, però, si caratterizzano per la presenza alternata di luci prevalentemente rosse e viola che contribuiscono a rendere l’atmosfera ancora più unica.

Leggi anche: 5 bar underground di Berlino dove poter giocare a ping pong

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Immagine di copertina presa da Pixabay CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *