Esperimento Covid, rave da 1300 persone ad Amsterdam

1.300 persone hanno partecipato ad un evento musicale volto a studiare come riaprire il Paese

Sabato 6 marzo la Ziggo Dome – la più grande arena musicale di Amsterdam – è stata riaperta per quattro ore ad un numero ristretto di persone. Mille e trecento persone sono state incoraggiate a cantare e a ballare sui pezzi proposti dai DJ olandesi Sam Feldt, Lady Bee, Sunnery James e Ryan Marciano. I biglietti per l’evento – venduti a 15 € l’uno – sono andati sold-out in soli 20 minuti. Il ballo faceva parte di una serie di esperimenti condotti di Fieldlab, un’iniziativa istituita dal governo. Lo scopo dell’evento è quello di studiare una strategia per organizzare eventi in sicurezza in vista di una riapertura graduale del paese.

Come si è svolto l’evento?

Ogni partecipante doveva mostrare un test negativo al Covid-19 eseguito nelle 48 ore precedenti all’evento. Ogni partecipante è stato tracciato in ogni suo spostamento attraverso un tag, in modo tale da capire come gli eventi potranno essere riaperti al pubblico in sicurezza. Le mille e trecento persone sono state smistate in 5 gruppi di 250 persone l’uno. Come spiega The Guardian, ogni gruppo aveva regole diverse; alcune persone dovevano indossare la mascherina in ogni momento e ad altre solo quando si spostavano, altre ancora venivano incoraggiate a cantare e gridare il più forte possibile senza mascherina. L’esperimento prevedeva anche l’uso di liquidi colorati per monitorare la quantità di saliva che le persone emettevano mentre cantavano. Gli organizzatori hanno osservato che coloro che dovevano tenere la mascherina non hanno rispettato la regola per tutta la durata dell’evento.

Un esperimento per capire come tornare alla normalità

Gli organizzatori Mojo en ID&T hanno descritto l’evento come “storico”. “Si spera che questa sia la chiave per consentire un’apertura ulteriore”, ha dichiarato all’emittente RTL la direttrice operativa di ID&T Rosanne Janmaat. “Abbiamo dimostrato di poter organizzare un evento in modo molto sicuro”, ha affermato Ruben Brouwer, amministratore delegato di Mojo. I consulenti governativi utilizzeranno i dati raccolti sui registri comportamentali per decidere se ridurre le restrizioni alla vita notturna nei prossimi mesi. I Paesi Bassi sono rinomati a livello internazionale per i loro festival di musica dance elettronica, un’industria da 7€ miliardi. Ad Amsterdam ha luogo un importante evento annuale di ballo, a cui partecipano più di 2.000 DJ da 80 club diversi. L’evento è tuttora ancora in programma per l’ottobre di quest’anno.

 

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

Foto di copertina: ©Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *