Berlino, leggendario murale dell’astronauta di Kreuzberg “prende vita” con un video

Il video mapping di RE:SORB immerge l’astronauta di Victor Ash nello spazio, in occasione del Berlin Mural Fest

L’astronauta di Victor Ash, dipinto nel 2007, è uno dei murales più conosciuti e fotografati a Berlino. L’opera d’arte si trova sul fianco di un edificio su Skalitzer Straße, all’angolo con Mariannen Straße. In occasione del Berlin Mural Fest del 2019, RE:SORB, un gruppo specializzato nel video mapping, ha dato vita al murale attraverso un particolare spettacolo di luci. Il video mapping è una tecnica che permette di proiettare immagini e animazioni su una superficie, regalando l’impressione che la realtà si animi, ottenendo quindi uno straordinario effetto visivo. L’animazione di RE:SORB ha immerso l’astronauta in un viaggio nello spazio, creando così un’illusione di movimento. La colonna sonora scelta, inoltre, ha reso lo spettacolo ancora più coinvolgente.

La storia dietro il murale dell’astronauta

Il murale raffigura un astronauta in tuta spaziale, durante una missione fuoribordo, una “passeggiata nello spazio”. Per l’artista, l’astronauta rappresenta la volontà di fuggire in altri universi. “Da bambino”, racconta, “sono scappato in un mondo fantastico con i miei disegni dello spazio, e da adolescente sono fuggito nelle sottoculture per trovare la mia identità nell’ambiente urbano, dove sono cresciuto”. La scelta di dipingere un astronauta a Berlino nasce dalla volontà di rappresentare Berlino durante la Guerra Fredda, un periodo storico che ha sempre affascinato l’autore. La figura del cosmonauta, così, richiama la corsa alla conquista dello spazio che ha contrapposto Stati Uniti e URSS. Victor Ash è stato ispirato dall’idea di combattere per qualcosa che non è sulla Terra, ma da un’altra parte nell’universo. L’autore ha anche raccontato di essersi ispirato a Space Oddity, di David Bowie. Il protagonista del pezzo è proprio un astronauta, che si trova solo e spaesato davanti all’immensità dello spazio.

Berlino per Victor Ash

La prima volta che Victor Ash è andato a Berlino, il Muro era ancora in piedi, motivo per cui ha avuto l’opportunità di dipingere molto. A Parigi, la città dove è nato, era difficile trovare posti dove si potesse dipingere all’aperto in quel modo, racconta. Berlino è il luogo in cui Ash ha iniziato a fare murales. All’inizio degli anni 2000, un museo di Kreuzberg stava facendo spettacoli di street art, con artisti emergenti dell’epoca. Gli organizzatori hanno trovato alcuni posti su cui dipingere e li hanno offerti agli artisti, così Ash si è aggiudicato il muro vicino alla stazione della Metropolitana di Kottbusser Tor, luogo dove ha deciso di dipingere l’astronauta, uno dei suoi primi murales. Da quel momento, ha iniziato a riscuotere molto successo.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine in evidenza: Victor Ash Astronauta Kreuzberg da Wikimedia ©ashton CC2.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *