Germania, ora è reato bruciare la bandiera europea

Pena detentiva di tre anni per chi danneggia la bandiera europea

Giovedì 14 maggio il parlamento tedesco ha reso l’incenerimento di bandiere straniere un reato penale. La legge in precedenza proteggeva solo la bandiera e gli altri simboli di Stato della Germania, mentre da ora è stata estesa anche alle bandiere di paesi stranieri e dell’Unione Europea. Da questo momento in poi chiunque darà in fiamme o farà in pezzi la bandiera comunitaria o una bandiera straniera rischierà fino a tre anni di carcere.

Bruciare una bandiera non costituisce un modo pacifico per protestare

La decisione di criminalizzare gli oltraggi al vessillo e all’ inno europeo nonché alla bandiera di qualsiasi Paese è stata promossa dall’Spd, all’indomani di una protesta anti-israeliana avvenuta nel 2017 a Berlino. Durante la manifestazione furono bruciati dei vessilli dello Stato ebraico. Il portavoce del Partito socialdemocratico (SPD) Johannes Fechner ha detto questa settimana: “In Germania, la bandiera israeliana non può essere bruciata”. La principale sostenitrice della riforma è stata il ministro della Giustizia tedesco Christine Lambrecht. La politica ha dichiarato: “Bruciare in pubblico qualsiasi bandiera non ha niente a che fare con l’idea di protesta pacifica”. Inoltre ha aggiunto che la nuova legge non rappresenta una restrizione alla democrazia o al diritto di protesta. Dare fuoco a un vessillo significherebbe solo manifestare “odio, rabbia e violenza” e costituirebbe un’insulto pesante alla sensibilità di molte persone.

Solo un partito tedesco non ha appoggiato la riforma

La legge è stata approvata con il sostegno quasi unanime di tutti i partiti politici tedeschi. Solamente i parlamentari dell’estrema destra Alternativa Per la Germania (AfD) si sono schierati contro. Il partito riteneva infatti che la legge avrebbe violato in maniera troppo grave la libertà di espressione e della libertà artistica dei cittadini.

 

Leggi anche: Roma, più di 2mila € di multa a turisti tedeschi in vacanza

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *