Germania, il tasso di contagio sale a 2.88, ma c’è da aspettare prima di preoccuparsi

Il veloce aumento del tasso di riproduzione rischia di far pensare ad una forte ripresa del Covid-19 in Germania, ma il dato è da approfondire

Secondo il Robert Koch Institute in Germania il tasso di riproduzione (R) del Covid-19 è salito a 2,88. Il numero si riferisce ai quattro giorni di analisi precedenti a domenica 21 giugno. Il dato era si 1.06 venerdì e 1,79 sabato. Il tasso di riproduzione su base settimanale (domenica – sabato) è invece più basso: 2,03. Ciò significa che si presume che per ogni persona contagiata da Covid-19 se ne infettino, mediamente, 2,03. Secondo un ormai storico discorso di Angela Merkel il valore massimo affinché il contagio si possa ritenere sotto controllo è 1.

Le ragioni principali della crescita dell’R in Germania

Nell’ultima settimana la Germania è stata scossa da diversi ed estesi focolai, tutti ormai localizzati. Non per questo sono meno pericolosi, ma sono già state prese tutte le misure per evitare il più possibile il propagarsi dei contagi.

A Gütersloh, vicino Bielefeld (ovest della Germania), più di mille lavoratori di un impianto industriale di carne della celebre azienda Tönnies sono risultati positivi al virus. Lo stabilimento è al momento chiuso e tutti i dipendenti in quarantena. Tutte le scuole e gli asili della zona (che comprende anche Warendorf, diventato a sua volta un altro focolaio) sono stati chiusi lo scorso 18 giugno e lo rimarranno fino all’11 agosto.

A Magdeburgo, città del centro della Germania (150 km ad ovest di  Berlino), diverse persone che hanno frequentato o hanno contatti con chi frequenta scuole della zona risultate positive.

La casa di risposo di una zona di Verden (vicino a Brema, nord della Germania) è al centro di un altro focolaio che riguarda infermiere e residenti.

Ulteriori focolai sono stati segnalati dal Robert Koch Institut come conseguenza di incontri religiosi organizzati nelle settimane precedenti.

Secondo l’RKI al momento ci sono 189,822 casi totali di Covid-19 in Germania, 680 più del giorno precedente. I decessi totali sono 8822.

Un intero isolato di Berlino, sette palazzi in zona Neukölln, è al momento in quarantena dopo oltre 100 test positivi riscontrati tra i vari inquilini. Anche 20 abitanti di un palazzo, ora in quarantena, a Göttingen (Gottinga) sono risultati positivi.

Solo nei prossimi giorni si potrà capire se i dati generali sui recenti contagi in Germania siano preoccupanti o no. Al momento tutti i grandi focolai, quelli ovvero che stanno contribuendo al rialzo del tasso di riproduzione,  sembra siano sotto controllo.

Secondo i dati della John Hoskins il numero dei casi attivi è aumentato da 6559 di martedì scorso ai 7713 di stamattina, una “ripresa” senza dubbio negativa, ma che – di contro – vede “solo” un 5% di persone in condizioni serie, contro una media tra l’8 e il 9 % dei mesi passati.

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *