bandiera, ©RalfWieckhorst, https://pixabay.com/it/photos/tedesco-bandiera-germania-1016362/

Germania, 33mila casi, 159 decessi, di cui 36 solo ieri, mai così tanti. Bollettino Land per Land

Cresce il numero dei contagi da Coronavirus in Germania: ben 3935 persone in più tra lunedì e martedì.

La Germania continua a confrontarsi con l’aumento dei casi da Coronavirus. A martedì sera sono  32.991 secondo la Johns Hopkins University (in fondo spieghiamo perché preferiamo questi dati a quelli del Robert Koch Institut), quasi quattromila in più rispetto al giorno precedente, un aumento analogo a quello tra domenica e lunedì. Ad aumentare sensibilmente tra lunedì e martedì, se parliamo di proporzioni, sono i decessi, ben 36. Mai ce ne erano stati così tanti in un solo giorno. In totale la Germania è il quinto paese per contagi dopo Cina, Italia, Stati Uniti e Spagna, mentre per numero di decessi segue Italia, Cina, Spagna, Iran, Stati Uniti e Paesi Bassi.

Il bollettino Land per Land

Il NordReno-Vestfalia è il primo Land per numero di casi, ben 9087 e 54 decessi. ben 522 i casi invece risolti positivamente. È la regione del Landkreis Heinsberg. la provincia dove ha vita il peggiore focolaio di tutta la Germania (per numero di abitanti). Nonostante questo ieri ha annunciato che sarà pronta ad offrire ospitalità nei suoi ospedali a pazienti in gravi condizioni attualmente ricoverati in Lombardia. Analogo discorso per Baviera e Baden-Württemberg, regioni in testa alla triste classifica, ma comunque resesi disponibili ad aiutare l’Italia. Da segnalare tra le notizie del giorno, il terzo decesso a Berlino: un uomo di 48 anni.

Un occhio ai dati: Johns Hopkins vs Robert Koch Institut

I dati che prendiamo sono presi dalla Johns Hopkins University, la prestigiosa università statunitense che – a differenza del Robert Koch Institut – aggiorna i suoi dati attraverso diverse fonti, comunque tutte attendibili, come le autorità sanitarie di ogni regione, la pagina dell’OMS e le segnalazioni di medici e statistici (trovate una spiegazione della discrepanza tra RKI e JH anche qui). A rendere meno attendibili al momento i dati del Robert Koch c’è anche il fatto che c’è stato il weekend di mezzo, giorni in cui la raccolta non avviene in maniera puntuale. Da domani dovrebbe essere diverso (ma non ci sarà mai coincidenza con quelli della Johns Hopkins che sono sempre e solo in tempo reale).

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *