Da’ l’allarme, la poesia di Henrich Böll che ci ricorda quando dobbiamo aver paura e quando no

Il testo in italiano e tedesco di una delle liriche più lette e conosciute dello scrittore Henrich Böll

Si intitola semplicemente Da’ l’allarme ed è la bellissima poesia scritta dal tedesco Henrich Böll dedicata all’amico filosofo Ulrich Sonnemann. Dentro vi si trova, con vari riferimenti agli animali e alla vita in campagna, un monito sul quando e come bisogna fare attenzione e, per l’appunto, “dare l’allarme”. È un testo breve, facile di comprensione, eppure pieno di significato. Fu racchiuso nel volume dal semplice nome di Gedichte, poesie, pubblicato ad inizio anni ’70 in Germania e poco dopo tradotto in Italia da Einaudi.

Henrich Böll, chi era

Henrich Böll, nato a Colonia nel 1917 e morto a Bonn 68 anni dopo, fu premio Nobel per la letteratura nel 1972. Conosciuto soprattutto come romanziere, ha raggiunto la popolarità internazionale grazie a Opinioni di un clown, romanzo scritto nel 1963 e da allora punto di riferimento per chiunque voglia conoscere le contraddizioni della società tedesca occidentale subito dopo la seconda guerra mondiale.

Da’ l’allarme

Da’ l’allarme
raduna i tuoi amici
non
quando urlano le iene
non
quando ti gira intorno lo sciacallo
o quando
abbaiano i cani da guardia
non
quando il bue aggiogato
fa un passo falso
o il mulo inciampa all’argano
da’ l’allarme
raduna i tuoi amici
quando i conigli mostrano i denti
rivelando la loro ferocia
quando i passeri scendono all’attacco
in picchiata
Da’ l’allarme

dedicata a a Ulrich Sonnemann.

Pubblicata su Poesie, Einaudi, 1974 – Traduzione di Italo Alighiero Chiusano

Gib Alarm!

Gib Alarm
Sammle Deine Freunde
nicht
wenn die Hyänen heulen
nicht
wenn der Schakal Dich umkreist
oder
die Haushunde kläffen
nicht
wenn der Ochs unterm Joch
einen Fehltritt tut
oder der Muli am Göspel stolpert
Gib Alarm
Sammle Deine Freunde
wenn die Karnickel die Zähne blacken
und ihre Blutdusrt Sturzflug üben
uns zustoßen
Gib Alarm.

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *