Alla Berlinale un film austriaco che ricorda Black Mirror

The Trouble With Being Born, il film fantascientifico sull’ossessione dei ricordi

In un universo non troppo diverso dal nostro, Georg e il suo androide Elli vivono nella periferia di Vienna. Elli è un androide quasi perfetto: solo un leggero rumore meccanico è ciò che permette di riconoscere che si tratta di un robot. Le piace nuotare ed è molto legata a Georg, come se fosse suo padre. Ma il loro felice rapporto nasconde un’oscura verità. The Trouble With Being Born, visto in prima visione alla Berlinale, è un film fantascientifico e distopico dai toni cupi e misteriosi. Il tema è quello dell’ossessione dei propri ricordi, dell’esasperazione della tecnologia per un proprio bisogno e delle sue conseguenze.

La trama di The Trouble With Being Born

Elli è un androide con le sembianze di una bambina di dieci anni. Vive con il “padre” Georg in una casa isolata in campagna in periferia di Vienna e passano le loro giornate nella piscina della loro casa. Georg è ossessionato da Elli al punto di prendersi costantemente cura di lei e anche di andare oltre al sano rapporto padre-figlia. Questo perchè sa che Elli non è altro che un robot, costruito a immagine e somiglianza della figlia morta. Grazie ai ricordi contenuti nella memoria dell’androide, Georg può avere l’illusione della vita con la figlia. Una sera viene attratto da una misteriosa voce nella foresta, Elli lo segue e due finiranno per perdersi. L’androide, per tornare a casa, sale sulla macchina di uno sconosciuto e finirà per assumere una nuova identità grazie a una donna anziana e sola, la signora Schikowa.

La paura in The Trouble With Being Born

Georg e signora Schikowa hanno una caratteristica in comune: l’ossessione del proprio passato. La vita di Georg è fatta di tristezza e solitudine e non ha (o non vuole avere) nulla al di fuori di Elli, unico suo punto di riferimento. L’anziana signora, invece, non riesce a separarsi dalla morte del figlio, morto ormai sessant’anni prima. Dopo un periodo di incertezza inziale, la signora Schikowa decide di sfruttare l’androide per “ricostruire” il proprio figlio. Così, Elli diventerà Emil. La somiglianza tra i due nomi assegnati al robot serve proprio a indicare la somiglianza tra Georg e la signora Schikowa.

Quando vedere The Trouble With Being Born

Mercoledì 26 febbraio alle 17.00 al Cubix 6

Giovedì 27 febbraio alle 22.00 all’International

Domenica 1 marzo alle 12.00 al Cubix 6

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: © Berlinale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *