12 milioni di tedeschi hanno chiesto la cassa integrazione

Le imprese tedesche presentano domanda per il Kurzarbeit per quasi 12 milioni di lavoratori durante la pandemia di Coronavirus

La crisi del Coronavirus ha spinto le aziende tedesche a cercare schemi di riduzione dell’orario sostenuti dal governo per un totale di 11,7 milioni di lavoratori a partire da marzo. Secondo l’Agenzia Federale del Lavoro (Bundesagentur für Arbeit), a maggio, le aziende tedesche hanno fatto domanda per il lavoro a tempo ridotto (Kurzarbeit) per altri 1,06 milioni di persone. Questo si aggiunge ai 10,66 milioni di persone già iscritte al programma dall’inizio della crisi. L’esperienza dimostra, tuttavia, che il numero di persone che lavorano effettivamente a orario ridotto è notevolmente inferiore, perché le aziende spesso cercano di entrare nel programma come misura precauzionale. Il programma di riduzione delle ore di lavoro fa parte di un pacchetto di sostegno economico da mille miliardi di euro deciso a marzo, quando la pandemia si è abbattuta sul paese. Questa settimana il governo di coalizione del Cancelliere Angela Merkel ha definendo i dettagli di un piano di rilancio post-Coronavirus che dovrebbe offrire decine di miliardi di euro di nuova liquidità.

Il lavoro a orario ridotto ha superato il livello del 2009

Secondo i dati, 2,02 milioni di persone hanno ricevuto pagamenti attraverso il programma nel solo mese di marzo, il mese in cui è iniziato il blocco del coronavirus. Questa è la cifra più alta mai misurata. Il record precedente risale al maggio 2009, quando 1,44 milioni di persone avevano approfittato del lavoro a orario ridotto durante la crisi finanziaria dell’epoca.

Disoccupazione in aumento

Nel frattempo il tasso di disoccupazione è salito al 6,3 per cento a maggio, l’equivalente di circa 2,8 milioni di persone. Ad aprile il tasso era del 5,8 per cento secondo quanto dichiarato dall’Agenzia Federale. Prima dell’epidemia di Coronavirus, la disoccupazione tedesca era rimasta stabile al 5,0 % circa per lungo tempo.

Leggi anche: Germania, altri 130 miliardi per ripartire. Investimenti, bollette calmierate e tagli all’Iva: il piano

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *