Auschwitz ©Bundesarchiv, B 285 Bild-04413 / Stanislaw Mucha / CC-BY-SA 3.0 https://de.wikipedia.org/wiki/KZ_Auschwitz-Birkenau#/media/File:Bundesarchiv_B_285_Bild-04413,_KZ_Auschwitz,_Einfahrt.jpg

Han fatto un’escape room a tema Schindler’s List e nessuno l’ha presa bene

Un nuovo gioco di ruolo sta scatenando furiose polemiche in Grecia

Negli ultimi anni le escape room si sono diffuse a macchia d’olio in tutta Europa. Chiuso in una stanza, un gruppo di persone deve, attraverso giochi di logica, riuscire a risolvere una missione e a trovare la via d’uscita. Solitamente queste ‘stanze della fuga’ hanno ognuna un tema ben preciso, ma mai ci si sarebbe aspettati quello scelto da una escape room in Grecia. Secondo DW, infatti, il tema scelto dalla società che gestisce le 8 escape room presenti in Grecia, la Great Escape Greece, per la sede di Tessalonica è stato quello dell’Olocausto.

[adrotate banner=”34″]

La Grecia è ancora considerata uno dei paesi più antisemiti di tutta Europa

L’escape room si chiamerebbe Schindler’s List, come il famoso film di Steven Spielberg, in cui veniva raccontata la storia di Oscar Schindler che salvò centinaia di ebrei dall’Olocausto. Lo scopo dei partecipanti all’escape room greca è quello di redigere una lista di persone che verranno risparmiate dall’essere uccise dal nemico. La cosa più preoccupante è che, come riportato da DW, il gioco ha ricevuto un sacco di commenti entusiasti, soprattutto dai giovani greci. Subito è insorta la comunità ebraica greca, che ha condannato non solo il gioco in sè, ma anche l’estrema ignoranza della gioventù greca rispetto a una delle pagine più nere della storia contemporanea. Victor Eliezer, vice presidente della Comunità ebraica greca ha dichiarato a DW che «il successo di questo gioco dimostra l’ignoranza della società greca rispetto alla Shoa. Se si andasse in giro a chiedere chi era Schindler, probabilmente la maggior parte delle persone risponderebbe che era una rock-star o un calciatore». Il nome della escape room di Tessalonica è stato cambiato in Agente Segreto ma la vicenda testimonia che il problema dell’antisemitismo in Grecia è ancora molto grave e radicato. Secondo l’Anti Defamation League, che ha redatto nel 2015 una lista dei paesi con il più alto tasso di antisemitismo, la Grecia occupa, nel territorio europeo, il primo posto. Il 69% degli intervistati ha infatti espresso sentimenti di odio contro il popolo ebraico, contro il 27% della Germania o il 20% dell’Italia.

L’escape room greca non è stato l’unica ad aver adottato un tema che niente ha a che vedere con un gioco di ruolo

Già nel 2016, come riportato da DW, era stata aperta una escape room ad Amsterdam ricreando gli ambienti della soffitta dove visse Anna Frank con la sua famiglia. Nel 2017, come riportato dalla CNN, lo stesso fatto era avvenuto a Praga, ma il tema e la tagline del gioco avevano raggiunto livelli ancora più grotteschi. Gli arredi dell’escape room ceca erano infatti ispirati alle stanze del campo di concentramento di Auschwitz, la frase scelta per pubblicizzare il gioco era «State per entrare nella vostra ultima doccia, ma se fuggite potrete restare vivi». Non contenti, gli organizzatori avevano dichiarato che il 27 gennaio, giornata internazionale della Memoria, i biglietti per l’escape room di Praga sarebbero stati scontati. Ovviamente la gigantesca marea di polemiche che si era creata intorno alla grottesca trovata pubblicitaria aveva portato gli organizzatori a chiudere l’attività dopo poco tempo.

Leggi anche: Germania, il partito di destra AfD ha lanciato un proprio sottogruppo interno di soli ebrei

[adrotate banner=”39″]

Berlino Schule tedesco a Berlino

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: Auschwitz © Bundesarchiv, B 285 Bild-04413 / Stanislaw Mucha / CC-BY-SA 3.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *