Aereo, cc0, JanClaus, https://pixabay.com/photos/departure-airbus-airline-arrival-2042513/

Germania, indignazione per l’alto numero di voli domestici di chi lavora per lo stato

Tantissimi i voli interni tra Berlino e Bonn, e gli ambientalisti si mobilitano

La rotta tra Berlino e Bonn è sempre più frequentata, sopprattutto dai funzionari statali tedeschi. La ragione sta nella dislocazione delle istituzioni in Germania: nonostante Berlino sia la capitale, non tutte le strutture amministrative vi risiedono. Ad esempio, le sedi della Bundesbank e della Corte costituzionale si trovano a Bonn, ex capitale federale. Proprio per questo motivo, i voli tra le due città sono molto frequenti e solo nel 2018 sono arrivati a 2755, secondo quanto scrive il giornale die Welt, ma è previsto un notevole aumento.

[adrotate banner=”34″]

I dati sono allarmanti

Fino a questo momento, da gennaio a luglio, circa 1740 dipendenti ministeriali hanno viaggiato avanti e indietro tra Bonn e Berlino per motivi di lavoro. Questo è stato riportato dalla rete editoriale tedesca (RND). Secondo le proiezioni, i ministri, i sottosegretari di Stato, i funzionari e i dipendenti hanno volato da una località all’altra più frequentemente che nel 2018. Secondo il Ministero dell’Ambiente, l’anno scorso ci sono stati circa 2755 voli tra le due sedi. Il tragitto di 600 km tra le due città richiede circa 6,5 ore di viaggio in auto, 5 in treno e poco più di un’ora in aereo.

Una scelta poco ecosostenibile

«Viaggiare in aereo è la modalità meno ecosostenibile», sostiene il ministro federale per l’ambiente Svenja Schulze, che propone di aumentare il prezzo dei voli interni per far fronte al problema e ridurre il traffico aereo. «Sono dell’opinione che il traffico aereo debba sostenere anche i costi delle emissioni di gas serra», aggiunge la Schulze. Questo ovviamente si ripercuoterebbe sulle tariffe dei biglietti, e potrebbe determinare delle pressioni sul governo. L’idea di tassare le emissioni di CO2 dei voli è stata discussa dai ministri del #Klimatkabinett e dalla cancelliera Angela Merkel (CDU). La decisione finale sarà presa a settembre, quando la Germania parteciperà al Vertice sul clima delle Nazioni Unite.

Leggi anche: “Voli troppo economici”, la Germania vuole introdurre una eco-tassa sui biglietti aerei

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: Aereo, ©JanClaus , CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *