Liebe ist für alle da, ©https://www.youtube.com/watch?time_continue=244&v=NeQM1c-XCDc

Deutschland, il nuovo video dei Rammstein accusato di ‘sfruttare’ l’Olocausto

Il ritorno del gruppo industrial metal berlinese

A dieci anni dall’ultimo disco di inediti, Liebe ist für alle da, i Rammstein hanno pubblicato un nuovo singolo, DeutschlandIl video della nuova fatica del quartetto tedesco è stato pubblicato su Youtube lo scorso 28 marzo, anticipando la pubblicazione del nuovo album di inediti uscito il 17 maggio. Prima ancora di essere pubblicato, alcune immagini diffuse in anteprima hanno sollevato numerose polemiche (fatto a cui la band è sicuramente abituata) riguardo l’uso strumentale che i Rammstein avrebbero fatto della tragedia dell’Olocausto.

[adrotate banner=”34″]

L’accusa di alcuni rappresentanti delle associazioni ebraiche tedesche

Josef Schuster, presidente del Consiglio Centrale degli Ebrei della Germania, aveva precedentemente dichiarato alla Bild che «chiunque abusa dell’Olocausto per motivi di marketing, rischia di comportarsi in un modo deplorevole e immorale». A fronte di simili affermazioni, il video ha suscitato non poche polemiche. Nei pochi secondi di anteprima, si vedono quattro componenti in attesa di essere impiccati, ma l’aspetto che più ha indignato l’opinione pubblica è che i protagonisti indossano la tipica divisa dei prigionieri dei campi di concentramento, con tanto di Stella di David sul petto. Charlotte Knobloch, sopravvissuta all’Olocausto ed ex presidentessa del Consiglio, ha in seguito affermato che «con questo video la band si è spinta troppo oltre. Strumentalizzare e banalizzare l’Olocausto come nel video è irresponsabile». Felix Klein, a capo dell’ufficio tedesco contro l’antisemitismo, ha definito il video dei Rammstein come uno «sfruttamento di cattivo gusto della libertà artistica».

I Rammstein hanno comunque pubblicato il video integrale

Il gruppo non ha risposto alle numerose accuse che gli sono state rivolte e ha comunque pubblicato la versione integrale del video diretto da Specter Berlin, che dura più di 9 minuti. Guardandolo, anche le immagini che richiamano l’Olocausto possono essere contestualizzate. Il video Deutschland vuole ripercorrere gli aspetti più controversi della storia della Germania, incarnata da una stupenda donna di colore. Partendo dall’anno domini 16, quando i popoli germanici vennero conquistati dalle legioni romane, si susseguono poi gli avvenimenti più violenti che hanno caratterizzato la storia della Germania e, ovviamente, non poteva mancare il riferimento all’epoca nazista. Il cantante Till Lindemann accompagna le immagini cantando i versi «Will dich lieben und verdammen» (Voglio amarti e odiarti), è molto chiaro il fatto di voler condannare queste azioni. Le intenzioni della band non sono quelle di mancare di rispetto alle vittime dell’Olocausto, ma piuttosto di voler biasimare alcuni comportamenti orribili, crimini di cui la Germania si è purtroppo macchiata nel corso degli anni. L’unica critica che si può muovere alla band è sicuramente quella di aver voluto scegliere proprio le immagini dell’Olocausto per pubblicizzare il video, una pura strategia di marketing che ha creato un hype altissimo intorno al nuovo singolo del gruppo. Parafrasando una frase di Oscar Wilde, «nel bene o nel male, purchè se ne parli».

Il testo tradotto di Deutschland

Du (du hast, du hast, du hast, du hast)
Hast viel geweint (geweint, geweint, geweint, geweint)
Im Geist getrennt (getrennt, getrennt, getrennt, getrennt)
Im Herz vereint (vereint, vereint, vereint, vereint)
Wir (wir sind, wir sind, wir sind, wir sind)
Sind schon sehr lang zusammen (ihr seid, ihr seid, ihr seid, ihr seid)
Dein Atem kalt (so kalt, so kalt, so kalt, so kalt)
Das Herz in Flammen (so heiß, so heiß, so heiß, so heiß)
Du (du kannst, du kannst, du kannst, du kannst)
Ich (ich weiß, ich weiß, ich weiß, ich weiß)
Wir (wir sind, wir sind, wir sind, wir sind)
Ihr (ihr bleibt, ihr bleibt, ihr bleibt, ihr bleibt)

Deutschland! Mein Herz in Flammen
Will dich lieben und verdammen
Deutschland! Dein Atem kalt
So jung, und doch so alt
Deutschland!

Ich (du hast, du hast, du hast, du hast)
Ich will dich nie verlassen
(du weinst, du weinst, du weinst, du weinst)
Man kann dich lieben
(du liebst, du liebst, du liebst, du liebst)
Und will dich hassen
(du hasst, du hasst, du hasst, du hasst)

Überheblich, überlegen
Übernehmen, übergeben
Überraschen, überfallen
Deutschland, Deutschland über allen

Deutschland! Mein Herz in Flammen
Will dich lieben und verdammen
Deutschland! Dein Atem kalt
So jung, und doch so alt
Deutschland! Deine Liebe
Ist Fluch und Segen
Deutschland! Meine Liebe
Kann ich dir nicht geben
Deutschland! Deutschland!

(Du. Ich. Wir. Ihr.)
(Du) Übermächtig, überflüssig
(Ich) Übermenschen, überdrüssig
(Wir) Wer hoch steigt, der wird tief fallen
(Ihr) Deutschland, Deutschland über allen

Deutschland! Dein Herz in Flammen
Will dich lieben und verdammen
Deutschland! Mein Atem kalt
So jung, und doch so alt
Deutschland! Deine Liebe
Ist Fluch und Segen
Deutschland! Meine Liebe
Kann ich dir nicht geben
Deutschland!

Tu (tu hai, tu hai, tu hai, tu hai)
Hai pianto molto (pianto, pianto, pianto, pianto)
Separata nello spirito (separata, separata, separata, separata)
Unita nel cuore (unita, unita, unita, unita)
Noi (noi siamo, noi siamo, noi siamo, noi siamo)
Siamo già da molto tempo insieme (voi siete, voi siete, voi siete, voi siete)
Il tuo respiro freddo (così freddo, così freddo, così freddo, così freddo)
Il cuore in fiamme (così caldo, così caldo, così caldo, così caldo)
Tu (tu puoi, tu puoi, tu puoi, tu puoi)
Io (io so, io so, io so, io so)
Noi (noi siamo, noi siamo, noi siamo, noi siamo)
Voi (rimanete, rimanete, rimanete, rimanete)

Germania! Il mio cuore in fiamme
Voglio amarti e maledirti
Germania! Il tuo respiro freddo
Così giovane, e tuttavia così vecchia
Germania!

Io (tu hai, tu hai, tu hai, tu hai)
Non voglio mai abbandonarti
(tu piangi, tu piangi, tu piangi, tu piangi)
Ti si può amare
(tu ami, tu ami, tu ami, tu ami)
E voglio odiarti
(tu odii, tu odii, tu odii, tu odii)

Arrogante, superiore
Addossarsi un compito, cedere
Sorprendere, assalire
Germania, Germania sopra tutti

Germania! Il mio cuore in fiamme
Voglio amarti e maledirti
Germania! Il tuo respiro freddo
Così giovane, e tuttavia così vecchia
Germania! Il tuo amore
È maledizione e benedizione
Germania! Non posso darti
Il mio amore
Germania! Germania!

(Tu. Io. Noi. Voi)
(Tu) potente, ridondante
(Io) superuomini, annoiati
(Noi) Chi raggiunge le vette, ricadrà in abissi profondi
(Voi) Germania, Germania sopra a tutti

Germania! Il mio cuore in fiamme
Voglio amarti e maledirti
Germania! Il tuo respiro freddo
Così giovane, e tuttavia così vecchia
Germania! Il tuo amore
È maledizione e benedizione
Germania! Non posso darti
Il mio amore
Germania!

Leggi anche: Da Napoli a Berlino, una splendida mostra di fumetti racconta i superstiti dell’Olocausto

[adrotate banner=”39″]

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: Liebe ist für alle da, ©screenshot da youtube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *