Berlino, ©Pixource, https://pixabay.com/it/photos/porta-di-brandeburgo-berlino-2580125/

Berlino ricompra le case vendute 15 anni fa a speculatori per frenare il rialzo degli affitti

Il caro affitti genera dissensi e il comune di Berlino riacquista gli immobili

Il comune di Berlino ha deciso che riacquisterà diversi appartamenti venduti anni fa a immobiliaristi per calmierare i prezzi degli affitti. La decisione è stata deliberata dal senato cittadino nei giorni scorsi e riguarderà 6 mila appartamenti nei distretti di Spandau e Reinickendorf. Del progetto se ne occuperà la Gewobag, un’impresa edile locale, che ricomprerà delle case popolari dalla società immobiliare Ado Properties a 920 milioni di euro. Le case, costruite tra gli anni ’60 e ’90 dalla società statale GSW, furono vendute nel 2004 a 405 milioni di euro, circa la metà del prezzo attuale. Dopo l’acquisto, la Gewobag gestirà in totale 68.000 appartamenti all’interno della capitale entro la fine dell’anno 2019 e potrà garantire più di 10,000 nuovi affittuari.

La strategia del Governo per far fronte al caro affitti a Berlino

Il Sindaco di Berlino Michael Müller ha dichiarato che l’acquisto della Gewobag contribuirà a mantenere più stabili i prezzi degli appartamenti in fitto in città. A giugno il Governo ha reso pubblica l’intenzione di congelare il canone d’affitto di 1,5 milioni di appartamenti per cinque anni, a partire dal 2020. Per le nuove costruzioni invece l’intenzione è quella di fissare un tetto massimo all’edilizia. Attualmente la legge è ancora in fase di sviluppo.

Prima della gentrificazione

Nel 2004 la capitale tedesca godeva di grande fama per la convenienza degli alloggi. K. Wovereit, l’allora sindaco della città, la definiva “Arm aber sexy” (povera ma sexy). Ora la città è in mano, da un punto di vista immobiliare, a tanti speculatori. Prova ne è che per fare fronte al crescere degli affitti irregolari, i governi dei vari distretti cittadini mesi fa hanno stabilito sanzioni amministrative sempre più alte, fino a raggiungere 1,5 milioni di euro di multe nell’ultimo anno. La somma complessiva più alta è stata raggiunta nell’area di Friedrichshain-Kreuzberg e ammonta a circa 950.000 euro. Le ammende più elevate sono state inflitte a Lichtenberg e Steglitz-Zehlendorf, con valori massimi di 37.500 euro ciascuno. L’importo dell’ammenda dipende dal vantaggio economico del proprietario.

Leggi anche: Berlino, la città spende quasi un miliardo per riacquistare appartamenti pubblici

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Berlino, ©Pixource, CC0 on Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *