Oltrarno Recordings, ovvero come 5 amici hanno fondato un’etichetta discografica tra Firenze e Berlino

Oltrarno Recordings nasce da un’idea di cinque amici di Firenze, accomunati dalla passione per la musica e dalla curiosità per gli artisti emergenti, «eccezionali e sconosciuti»

La Oltrarno Recordings è un’etichetta discografica fondata da cinque amici fiorentini: Andrea, Antonio, Matteo, Guido e Stefano. Pur provenendo da percorsi tra loro completamente diversi – Andrea è un ingegnere del vento, Antonio è un maestro del trattamento delle acque, Guido è un architetto sperimentatore di argille, Matteo gestisce un negozio di dischi a Firenze e Stefano è un biologo ricercatore – sono sempre stati legati dalla passione per la musica, che li ha spinti a creare, nel 2015, una loro etichetta discografica con base a Berlino e Firenze.

La storia di Oltrarno Recordings

«Nel 2015, dopo anni passati condividendo progetti musicali – tra i quali The Clover, Raccoglimento parziale, Ural e Silent People – abbiamo deciso di iniziare una nuova avventura proiettata verso il futuro. Volevamo portare avanti un progetto in cui investire energie insieme, essendo tutti quanti legati dall’amore per la musica, nonostante i nostri background che nulla hanno a che fare l’uno con l’altro. Abbiamo quindi deciso di fondare un’etichetta discografica e di chiamarla Oltrarno Recordings, in onore del quartiere storicamente popolare di Firenze intorno al quale, in un modo o nell’altro, abbiamo gravitato durante la nostra gioventù, tra party, lavoro, storia, trippa e lampredotto.»

«L’arte e la musica sono estremamente presenti nella vita quotidiana berlinese»

«Berlino per noi è certamente stimolante, un crocevia di culture che offre mille opportunità di entrare in contatto con persone con i nostri stessi interessi. Per questo il lavoro di Oltrarno Recordings si divide tra Firenze, la nostra città, e Berlino. In Italia ci sono tanti artisti eccezionali e sconosciuti che meritano di emergere. Ma a Berlino, molto più che a Firenze, l’arte e la musica costituiscono parte integrante della vita quotidiana, tra meraviglie ed eccessi. Vivere a Berlino è un’esperienza che comunque porta con sé sia pro che contro: l’importante è non perdersi nelle fantasie.»

Un’etichetta discografica incentrata sulla musica da club e allo stesso tempo aperta ad ogni altra influenza musicale

«La Oltrarno Recordings si muove secondo i nostro gusti e istinti, nel tentativo di proporre artisti fuori dai circuiti mainstream. L’etichetta segue due linee essenziali: da un lato la Oltrarno Recordings vera e propria, con cui ci concentriamo sulla musica da club, dall’altro la Oltrarno Raw, aperta ad ogni altra possibile influenza. Per questo inverno 2018 abbiamo pronti molti progetti interessanti: si va dal primo album in solo di Massimo Pupillo (ZU), alla malinconia di Simon Houghton, alla nuova visione di Fabio Orsi. Tutto questo nell’ambito di Oltrarno Raw. Mentre con Oltrarno Recordings abbiamo fatto uscire due nuovi vinili: The clover, con remix del mitico Horror Inc. (aka Akufen), e il freschissimo primo EP di Guido.»

Leggi anche: «Perché io dj italiano a Berlino ho trovato la mia dimensione artistica (anche oltre la console)»

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: © Photo by Paulette Wooten on Unsplash

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *