«Asili tedeschi incapaci di preparare i bambini al futuro»: la denuncia di psicologi e ricercatori

In Germania sin dalla scuola dell’infanzia i bambini imparano a fare i conti, a scrivere e a pronunciare le prime frasi in una lingua straniera. Tale metodologia è stata recentemente messa alla berlina da un studio di psicologi ed esperti.

«Tra 20 anni una formazione così sarà da ritenersi inutile. Meglio abituare i bambini alla creatività e al divertimento piuttosto che prepararli, in età così precoce, ad un mondo del lavoro che in futuro sarà completamente stravolto da tecnologia, robot e intelligenze artificiali» questo il verdetto di un recente studio di psicologi ed esperti che ha preso in esame il metodo d’insegnamento degli asili tedeschi. Secondo gli studiosi il mondo del lavoro di domani richiederà figure professionali nuove, diverse e per certi versi non prevedibili: «Seguire lezioni di matematica e inglese già a partire dall’età infantile è da considerare inutile se non addirittura dannoso. Meglio dare ai bambini più libertà di giocare per sviluppare il loro potenziale e creatività» ha dichiarato il ricercatore Gerald Hüther.

«Il sistema scolastico tedesco non è cambiato dagli anni ’50»

In un’intervista rilasciata al giornale online Business Insider, lo studioso Gerald Hüther ha affermato: «Il sistema scolastico tedesco non è cambiato dagli anni ’50 e ha il solo scopo di produrre consumatori, quindi persone che lavorano solo per permettersi qualcosa». L’intervistato ha continuato sostenendo che gli educatori nelle scuole materne non dovrebbero essere addestrati a preparare i bambini al percorso scolastico che li aspetterà in seguito, quanto a promuovere la loro intrinseca spinta progettuale ed esplorativa. Lo psichiatra infantile Michael Winterhoff sostiene inoltre che il sistema educativo in voga produca persone apatiche, immotivate e dipendenti. Winterhoff ritiene che sia superfluo sottoporre bambini in età prescolare a vere e proprie lezioni. Al giornale Business Insider lo psicologo ha dichiarato: «L’asilo dovrebbe servire a sviluppare abilità sociali. E ciò può essere fatto anche attraverso la musica e il canto. Questo non si deve però tradurre nell’assenza di regole, struttura e orientamento, di cui i bambini hanno assolutamente bisogno».

Coltivare la creatività

Senza dubbio le capacità di pensare, di essere creativi e di ingegnarsi saranno competenze fondamentali anche e soprattutto per il mondo del lavoro di domani. Come affermano alcuni studiosi, in futuro si dovrà essere sempre più in grado di creare e inventare nuovi lavori poiché molte professioni oggi note domani potranno essere automatizzate. A dare credito a tutto ciò è uno studio condotto dall’Università di Oxford secondo cui addirittura il 47% delle professioni attuali non ha futuro perché verranno interamente svolte da robot e intelligenze artificiali. Tra le figure a rischio non c’è soltanto quella dell’operaio, ma anche contabili, medici e avvocati.

[adrotate banner=”39″]

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Foto di copertina: © Pexels, bambino / CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *