Germania, dichiarata nulla multa da 14,5 milioni di € ad azienda che non ha rispettato la GDPR

La Deutsche Wohnen era stata sanzionata per violazione della GDPR nel 2019. Ora il tribunale ha deciso di sospendere il procedimento legale

La società immobiliare tedesca era stata multata nel 2019 per violazione delle norme sulla protezione dei dati personali. Ma ora la multa, che ammonta a 14,5 milioni di euro, è stata invalidata dal tribunale regionale di Berlino.

La vicenda

Nell’ottobre 2019, il Commissario per la protezione dei dati e la libertà di informazione a Berlino (Berlin DPA) ha multato la Deutsche Wohnen per violazione delle norme GDPR sulla conservazione dei dati personali: la società è stata infatti accusata di non aver adottato misure per consentire la regolare cancellazione dei dati personali non più necessari. Già nel 2017, durante una verifica in loco, il DPA di Berlino aveva riscontrato irregolarità nel sistema di archiviazione dell’azienda, che aveva perciò avviato alcune misure per conformarsi alla GDPR. Ma un secondo sopralluogo del DPA nel 2019 ha rivelato che queste misure non hanno portato a una effettiva normalizzazione. Scatta così la multa di 14,5 milioni di euro: è la più alta sanzione in ambito GDPR emessa finora in Germania.

La decisione del tribunale

Ora il tribunale regionale di Berlino ha dichiarato la sanzione non valida e sospeso il processo, con la motivazione che le prove fornite dal DPA di Berlino risultano insufficienti: per il tribunale infatti il DPA non ha indicato azioni specifiche da parte dei dirigenti dell’azienda che presumibilmente hanno portato a una violazione della GDPR. Ma il DPA ha fatto sapere che non intende rinunciare e il 24 febbraio 2021 ha annunciato di volersi rivolgere all’ufficio del pubblico ministero, il solo ad avere il diritto di presentare ricorso contro la sentenza. Spetta ora a quest’ultimo decidere se procedere.

I “cimiteri di dati”

Nell’attività di controllo svolta dalle DPA tedesche, particolare attenzione viene posta sul tema della cancellazione dei dati personali nei database aziendali, in quanto i cosiddetti “cimiteri di dati” possono causare rischi e danni ai diretti interessati, soprattutto nel caso in cui si verifichino violazioni informatiche.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter
XMA Header Image
Corsi di tedesco a Berlino: intensivi, serali e private o su Zoom: il calendario di Berlino Schule – BerlinoSchule
berlinoschule.com

Immagine di copertina: © Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *