fiale vaccino covid-19

A Berlino una “open vax night” con musica dal vivo

Arriva la “notte dei vaccini” della croce rossa: una festa con musica live pensata per i giovani.

Un “vax party” con musica live: questa è l’idea originale della Croce Rossa di Berlino (DRK) per sostenere la campagna vaccinale contro il Covid-19. La “notte dei vaccini” potrebbe svolgersi all’Arena Treptow e contare sull’esibizione di musicisti berlinesi direttamente coinvolti nella campagna vaccinale. Sono infatti numerosi gli artisti che hanno iniziato a collaborare con la Croce Rossa per via delle restrizioni imposte dalla pandemia negli ultimi mesi. Come ha dichiarato Mario Czaja, presidente della DRK: «La “notte dei vaccini” si rivolge ai più giovani per convincerli a sottoporsi al vaccino». La DRK non ha tuttavia ancora reso nota una data. L’idea è infatti in attesa di autorizzazione da parte dell’amministrazione sanitaria.

Un’inversione di rotta nella campagna vaccinale

Arrivati a questo punto, occorre un cambio di strategia nella campagna vaccinale, come lascia intendere anche il portavoce del Ministero della Salute di Potsdam. Chi voleva spontaneamente sottoporsi al vaccino ha già ricevuto almeno una dose. A questo punto inizia la parte più difficile: convincere anche gli scettici. La formula è molto semplice: se i cittadini non vanno più a vaccinarsi, saranno allora i vaccini a raggiungere la popolazione. Proposte simili a quella della “notte dei vaccini” si avanzano anche nel Brandeburgo, dove si pensa già di organizzare eventi di vaccinazione anche in spiaggia e nei festival.

Berlino chiude quasi tutti i suoi centri vaccinali: restano aperti Messe e Tegel

Negli ultimi tempi è stato registrato un calo nell’attività dei centri vaccinali di Berlino. Per questo motivo la città ha deciso di chiudere 4 dei 6 centri a iniziare da Tempelhof, che metterà fine alla propria attività già dalla prossima settimana. Chi ha già ricevuto la prima dose in uno dei centri vaccinali in chiusura riceverà l’appuntamento per la seconda dose a Messe oppure a Tegel. Questa scelta risolverà anche il problema della carenza di vaccini e permetterà una migliore coordinazione tra i centri. La “notte dei vaccini” arriva quindi in sostegno di una fase fondamentale della campagna vaccinale, in cui è necessario accelerare verso la fine. Secondo i dati del Robert-Kock-Institut, circa il 56,3% degli abitanti di Berlino ha ricevuto una dose, mentre ad aver portato a termine l’iter vaccinale è il 38,3% della popolazione.

Leggi anche: A Berlino la variante Delta è dominante nei contagi.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: Foto di ©torstensimon da Pixabay, CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *