Monet Places, https://www.museum-barberini.com/en/monet/

A due passi da Berlino una splendida mostra su Monet e i suoi luoghi

Monet Places: oltre 100 opere dell’artista impressionista francese in arrivo a Potsdam

Dal 22 febbraio al primo giugno 2020 a Potsdam il Museo Barberini riunisce nella sue sale circa 100 delle opere di Claude Monet. La mostra inviterà i visitatori a riflettere sull’approccio dell’artista per la rappresentazione di siti e paesaggi di città europee e sulle particolarità della sua pratica artistica. Il percorso della mostra prende le mosse da due aspetti fondamentali dell’arte di Monet: quello di genius loci (per cui un determinato luogo sia carico di una specifica aurea o atmosfera) e quello di dipingere durante esplorazioni fatte personalmente da Monet (la pittura en plein air, che riusciva a tradurre e veicolare quelle atmosfere suggestive e fascinose dei luoghi scelti per le rappresentazioni).

Monet,  atmosfere di paesaggi naturali europei en plein air

L’interesse principale di Claude Monet consisteva nelle modalità di rappresentazione del mondo naturale. Le sue opere si distinguono da quelle dei suoi contemporanei per la sperimentazione di effetti di luce, colore e movimento. Per questo motivo l’artista preferiva alle ore da passare in studio l’aria aperta, recandosi direttamente in situ di fronte al soggetto da ritrarre, così da catturare sfumature e giochi di luce dei paesaggi. Da qui la sua pratica en plein air, guidata dalla convinzione dell’artista che ogni luogo paesaggistico sia carico di una specifica aurea. «Per me è solo l’atmosfera circostante a dare agli oggetti il loro vero valore», così aveva detto Monet. Al centro della sua pratica artistica infatti c’era l’interesse nel catturare l’impressione di un momento fugace mentre cercava di rappresentare gli effetti più evanescenti dell’atmosfera per mezzo della tecnica pittorica.

Monet: Places, la mostra

La mostra offre una panoramica della carriera dell’artista offrendo spunti circa temi riguardanti l’arte del paesaggio per mezzo delle opere di Monet, avanguardia francese del suo tempo. Il curatore D. Zamani chiarisce che l’obbiettivo della mostra è dimostrare quanto siano state specifiche e cardinali nella carriera dell’artista le scelte operate in merito a quali paesaggi rappresentare o meno. Tra i più noti paesaggi europei scelti dall’artista si ricordano Parigi e Londra, i villaggi presso la Senna e le coste della Normandia e della Bretagna, scorci di Brodighera, Venezia e infine Antibes. La mostra dell’artista francese avrà luogo nel Palazzo Barberini di Potsdam, museo di arte impressionista e moderna.

Monet: Places

Dal 22.02.2020 al 1.06.2020

Museo Barberini, Potsdam

Lunedì e dal giovedì alla domenica: aperto dalle 10.00 alle 19.00

Martedì chiuso, ogni primo giovedì del mese: aperto dalle 10.00 alle 21.00

https://www.museum-barberini.com/en/

 

Leggi anche: Receding Worlds, la suggestiva mostra di foto di iceberg firmata Cyril Schirmbeck

 

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Screenshot da YouTube

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *