Emil Nolde, © https://www.flickr.com/photos/faceme/24543520598/in/photolist-b1cvB2-9kxTH5-aYGxTX-aYGz1V-aZSjqD-aYGwap-96Kr9G-aYGDsK-aYGuWV-98jjeo-89cjpY-DoPWnU-DoPW85-DoPXAf-22Ld5Bv-9g3JRU-211Q7ka-2gwSLS7-8ayG4R-8ayGVx-gfDDVC-8ayGhi-8aBXqG-96MR2T-8ayGw8-b26vFz-8aBYhu-2ephWaE-8ayGTV-ThGgJE-GF4jqY-WJ2etk-8994A8-271Giak-9DRAgX-bmeDe2-HAJ7XQ-DiwCXJ-mUwCdT-25pBfkj-aZRCP2-5ymAyu-gB3xA-22xXxyh-21gSCU1-HqqB4B-NLuZVZ-21gSEzf-2gPSc8r-WCSmUt

Bellissima casa museo dedicata al pittore tedesco Emil Nolde

Vicino alla piccola cittadina di Husum si trova la più grande collezione d’arte di Emil Nolde, celebre pittore dell’Espressionismo tedesco

Al confine con la Danimarca e a pochi chilometri dalla cittadina di Husum, nell’ex atelier di Seebüll, si trova il museo interamente dedicato al pittore Emil Nolde. Prima che l’edificio diventasse un museo, questa era l’abitazione costruita dal pittore stesso e sua moglie Ada. Qui vissero dal 1927 al 1956 ed è il luogo in cui il pittore dipinse molte delle sue opere. Alla sua morte, nel 1956, la casa è stata trasformata in un museo che oggi ospita numerosi dipinti espressionisti del pittore. Il museo è situato a Seebüll nella città di Neukirchen ed è aperto dal lunedì alla domenica dalle ore 10 alle 18. Il luogo non è molto facile da raggiungere, ma ne vale decisamente la pena. Il costo d’ingresso è di 8 euro per adulti e 4 euro per i bambini fino a 14 anni.

[adrotate banner=”34″]

Il museo

La struttura del museo e il suo giardino formano un’opera d’arte in sé. All’interno dell’edificio il visitatore può ammirare la galleria di dipinti ad olio e sentirsi coinvolto emotivamente dall’intensità dei colori. Al piano terra del museo si trova quello che era l’ex studio dell’artista, in cui vi è esposta un’opera in nove parti. Invece, le mostre temporanee sono esposte al piano superiore della casa. Inoltre, il visitatore potrà notare alcune foto del pittore e delle ceramiche della famiglia Nolde. Il museo offre regolarmente visite guidate ed eventi organizzati.

Emil Nolde

Il celebre pittore Emil Nolde nacque il 7 agosto 1867 nel paesino tedesco di Nolde, a confine con la Danimarca . Il suo vero cognome era Hansen, ma nel 1902 lo cambiò in Nolde, per sottolineare il forte legame con la sua città natale. Prima di diventare uno dei più importanti artisti simbolo dell’Espressionismo, Emil studiò in molte città europee e osservò l’arte di grandi pittori come Van Gogh, Gauguin e Munch. Nelle sue opere, l’artista desiderava catturare tutta l’essenza delle cose che lo circondavano. Non si limitava a rappresentare la realtà così come si presentava, bensì era sempre alla ricerca di un modo unico e simbolico per esprimere le proprie sensazioni. Durante il Nazismo i suoi dipinti furono considerati una minaccia per la società e gli venne proibito dipingere. Lui però continuò a dipingere, incurante delle proibizioni che il regime gli aveva imposto. Nel 1956 il celebre pittore simbolo dell’espressionismo morì a Seebüll, in Germania.

Leggi anche: Husum, cinque cose da fare nella bella cittadina del nord della Germania
[adrotate banner=”39″]

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: Emil NoldeFaceMePLS, CC BY 2.0 On Flickr

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *