spandau

5 cose da vedere a Spandau, il quartiere più a ovest di Berlino

Cosa vedere a Spandau in una giornata

Spandau, quinto distretto di Berlino, è situato al confine nord-ovest del Land. Dista circa mezz’ora dal centro ed è facilmente raggiungibile con le linee dei treni S3 e S9, oltre che con la linea della metro 7. Quella che oggi può sembrare una cittadina poco interessante è stata un tempo il fulcro da cui poi è nata Berlino. Il primo insediamento risale al sesto secolo d. C., quando alcune popolazioni slave si stabilirono tra i fiumi Havel e Sprea, proprio dove oggi sorge il centro storico di Spandau. La nascita ufficiale della cittadina avviene quando Alberto I di Brandeburgo decide si erigere qui il proprio borgo, chiamato Spandow, nel 1197. Da allora la città si è sviluppata e ha acquisito sempre più importanza fino a essere annessa alla città metropolitana di Berlino nel 1920.

[adrotate banner=”34″]

5. Altstadt Spandau

Altstadt Spandau è il nome del centro storico della città. Passeggiando lungo Carl-Schurz-Straβe si può ammirare il municipio, rimodernato e ampliato tra il 1910 e il 1913. Appena dietro la Rathaus si trova il Batardeau, un grosso muro di pietra che attraversava il fossato di cinta, e serviva per regolare il flusso d’acqua. Lungo la via principale si svolge il mercato cittadino due volte a settimana. La strada termina con la chiesa di San Nicola, simbolo della città, assolutamente da vedere. Alla stessa altezza della chiesa, ma nella via parallela, Breite Straβe, al civico 32, si trova la Gotischeshaus: la più antica casa borghese di Spandau che oggi ospita il museo di storia della città.

4. La chiesa di San Nicola e il monumento di Joachim II

La chiesa di San Nicola è una chiesa gotica a tre navate. Fu costruita nel XIV secolo, nello stesso punto in cui già sorgeva un luogo di culto risalente al 1240. La chiesa è dedicata a Nicola di Mysa, il patrono dei marinai. Assieme all’omonima chiesa in centro a Berlino, la St. Nikolai Kirche è una delle poche rimaste di età medievale, ed è stata il fulcro della rivoluzione protestante del Brandeburgo. Infatti Joachim II, principe elettore del Brandeburgo e membro della famosa famiglia degli Hohenzollern, professò qui la sua fede evangelista nel 1539. Inoltre, a Joachim II va il merito di aver modernizzato le difese della città. Davanti alla chiesa spicca la statua che lo ritrae.

3. Wröhmännerpark

Proprio a pochi passi dalla cittadella, si trova il bellissimo parco Wröhmänner dove potersi rilassare dove aver tanto camminato. Di fronte al parco si trova la Chiusa, o Schleuse in tedesco, mentre lungo la via Hoher Steinweg è visibile un pezzo delle vecchie mura di cinta, chiamato Stadtmauerrest.

2. Zitadelle Spandau

La cittadella di Spandau è l’unico delle fortezze di Berlino sopravvissuta al corso degli anni. Collocata nel punto in cui la Sprea e il fiume Havel convergono e formano un’isoletta, la cittadella è stata usata come base difensiva per la città di Spandau o come deposito di armi e denaro nella guerra franco-prussiana. La costruzione che ammiriamo risale al 1594 ed è stata costruita su un pre-esistente insediamento di epoca medievale, la cui unica testimonianza rimasta è la Juliusturm. La torre, dedicata a un vescovo cattolico tedesco, risale al XIII secolo ed è il più antico edificio di tutta Berlino. La Zitadelle accoglie al suo interno vari musei: il museo della storia del borgo che ripercorre le vicissitudini della cittadella, dal primo insediamento fino ai giorni nostri; Enthüllt, un museo che riunisce alcuni monumenti celebrativi di Berlino; il museo della storia della città o Stadtgeschichte Museum; l’Exerzierhalle che ospita diversi esemplari di cannoni e altro. Inoltre c’è una cava dove riposano i pipistrelli, visitabile solo con una guida.

Julius Turm Spandau

La Juliusturm, nella cittadella di Spandau ©Elena V.

1. Museo della storia militare

Il Militär Historisches Museum era una ex-base aerea facente parte della aviazione militare tedesca durante la seconda guerra mondiale. Il museo tratta di storia militare, in particolare di quella dell’aviazione tedesca. L’area esterna ospita 155 aeroplani, raggruppati per tematica, che illustrano perfettamente l’evoluzione dell’aviazione nella seconda metà del XX secolo. Nell’hangar numero 7, invece, i visitatori potranno apprendere la storia delle forze armate federali tramite modellini, film e postazioni multimediali; le sale vicine sono dedicate agli aspetti della quotidianità dei soldati della Luftwaffe (aeronautica militare). Il museo si trova a Gatow, un piccolo paese fuori dal centro storico. Per raggiungerlo si può prendere il bus numero 135 in partenza dalla fermata della metro Rathaus Spandau e, dopo 35 minuti, scendere alle fermate di Kurpromenade o Seekorso.

Leggi anche: Le 105 cose da vedere, visitare fare e mangiare assolutamente a Berlino

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: © Ana Paula Hirama, CC BY-SA 2.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *