Gambero rosso

Berlino invasa da Procambarus clarkii, gamberi rossi della Louisiana che passeggiano per le strade

I crayfish, gamberi di acqua dolce provenienti dagli Stati Uniti stanno invadendo Berlino. L’unico modo per arginare l’invasione è servirli a tavola.

Già dall’agosto scorso dei gamberi di acqua dolce sono stati avvistati al Tiergarden di Berlino mentre “passeggiavano” sui marciapiedi, come abbiamo raccontato in questo articolo. Negli ultimi mesi la specie si è rapidamente moltiplicata raggiungendo numeri che hanno messo in allerta le autorità. Per far fronte a questa emergenza, la capitale tedesca ha dato il permesso a un pescatore berlinese di catturare i crostacei che attualmente infestano i laghi di Tiergarten e Britzen Garden e di vederli ai ristoranti. Come dice un proverbio: “Se non puoi batterli, fatteli amici” o in questo caso, mangiali.

Via alla pesca

Da domenica, le autorità berlinesi hanno autorizzato un pescatore locale, come riporta TheLocal, a catturare il crostaceo e rivenderlo non senza aver condotto dei test per accertarsi che non contenessero metalli o tossine dannose per l’uomo. La licenza di pesca sarà valida per tutto il 2018. Al momento sono già stati catturati 1.600 esemplari, come afferma il senatore e esperto di fauna selvatica Derk Ehlert. Il senatore assicura che «nessun limite di pesca è stato violato e che si prevede una riduzione della quantità di pescato durante il corso dell’anno».

Dall’America all’Europa

Il gambero rosso della Lousiana è un crostaceo di acqua dolce che si trova comunemente negli Stati Uniti del sud e nel Messico del nord. È di colore rosso scuro, lungo circa 15 cm, e viene considerata una specie invasiva. In più, non facendo parte del nostro ecosistema, mette a repentaglio la vita degli animali autoctoni. Infatti questi gamberi portano infezioni a cui i gamberi europei non sono resistenti, uccidendoli. L’unione tedesca per conservazione della natura e della biodiversità (German Nature and Biodiversity Conservation Union) crede che questi gamberi siano stati abbandonati da cittadini stanchi ti tenerli nell’acquario di casa e che si siano riprodotti velocemente grazie alle condizioni climatiche favorevoli.

[adrotate banner=”39″]

Berlino Schule tedesco a Berlino

Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Foto di copertina: © phegenbart, gamberoCC BY-SA 0.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *