Panorama di Berlino - Centro di Berlino

Una nuova linea di mezzi pubblici velocizzerà gli spostamenti per il centro di Berlino

Nuovi cantieri in vista per il centro di Berlino

Una nuova linea di tram che velocizzi lo spostamento di chi da Alexanderplatz vuole raggiungere Potsdamer Platz, e viceversa. È l’ambizione della BVG, l’azienda dei mezzi pubblici berlinesi, che ad inizio 2018 ha lanciato il bando per la presentazione dei progetti per coprire una tratta complessivamente di 3,5 km. Come sottolineato dal Tagesspiegel, l’obiettivo è partire con i lavori prima della fine dell’attuale legislatura berlinese, ovvero il 2021. Ancora ignoto è invece il budget a disposizione. I progetti potranno essere presentati entro il 7 febbraio.

[adrotate banner=”34″]

La tratta Alexanderplatz-Potsdamer Platz per il centro di Berlino

La nuova tratta dovrebbe avere i due capolinea all’angolo tra Rathausstraße e Gontardstraße, proprio attaccato ad Alexanderplatz, e su Potsdamer Straße, vicino alla Philarmonie. Passerebbe per il Nikolaiviertel e la Leipzigerstraße con diverse fermate intermedie all’interno del quartiere Mitte. Qui sotto possiamo vedere l’immagine realizzata dal Tagesspiegel sul possibile tragitto della nuova linea di tram. 

Una linea non necessaria, ma importante

Salta subito all’occhio, per chi è pratico dei mezzi berlinesi, che il tragitto è molto simile a quelli compiuti dalla linea u2 e dal bus 200. Non è tutto: c’è da considerare che entro il 2020 dovrebbe essere completato l’allungamento della linea u5 (che da Berlino Est, passando per Alexanderplatz, arriverà ad Unter den Linden unendosi alla U55) già costato più di 250 milioni di euro. Anche in questo caso, seppur non passerà per Postdamer Platz, molte delle fermate di Mitte coincideranno con quelle del nuovo tram.

Insomma, la linea non sembra necessaria a meno che non si fa un ragionamento basato sui tempi di percorrenza. Quella tra Alexanderplatz e Postdamer Platz è una delle aree con la maggiore concentrazione di traffico nella capitale tedesca. La u2 fa un percorso lento e pieno di fermate, mentre il 200 ogni tanto rimane imbottigliato nel traffico. L’altra alternativa, ovvero prendere due S-Bahn (da Alexanderplatz a Friedrichstr. e poi da Friedrichstr. a Postdamer Platz), viene ritenuta scomodai. In una città che va sempre più di fretta anche pochi minuti possono essere fondamentali, ma ci si può davvero lamentare quando si investe in infrastrutture per il bene della collettività?

 

Cover Image: Postdamer Platz cc0 pixabay

[adrotate banner=”39″]

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *