Invasione di ratti in un viale del centro di Berlino

Che a Berlino ci siano quasi più ratti che persone è cosa ormai risaputa. Ma c’è un viale della città in cui la presenza capillare di roditori si è letteralmente trasformata in uno stato di emergenza.

La zona di Karl-Marx-Allee compresa tra Jacobystraße e Alexanderstraße a Berlino è un paradiso per ratti. Come riportato da Berliner Zeitung, l’invasione di ratti in quest’area del quartiere di Mitte è soprattutto dovuta a una cattivo smaltimento dei rifiuti da parte dei residenti. I depositi dell’immondizia sono giorno e notte controllati dai roditori, tant’è che gli abitanti non osano quasi più avvicinarsi.

L’allarme ratti su Karl-Marx-Allee

Il problema principale non sono però i ratti in sé, bensì i residenti che abbandonano l’immondizia in luoghi che non sono deputati alla raccolta della spazzatura: «Nonostante i cartelli in cui si invita a un corretto smaltimento dei rifiuti, molti residenti depositano l’immondizia fuori dall’area di raccolta e questa finisce per attirare i ratti» ha dichiarato un portavoce della società edilizia WBM, proprietaria delle abitazioni del quartiere. La situazione è problematica non soltanto perché spiacevole, ma anche in quanto onerosa: se l’immondizia non viene gettata correttamente, la raccolta e lo smaltimento sono infatti parecchio costosi; in più l’utilizzo regolare di veleno per le disinfestazioni fa sì che spesso cadaveri di ratti giacciano sui marciapiedi del quartiere, una vista senza dubbio tutt’altro che gradevole per residenti e passanti. E ciononostante è praticamente impossibile venire a capo del problema.

[adrotate banner=”34″]

L’allarme ratti a Berlino

Negli ultimi 5 anni la popolazione di ratti del centro di Berlino è cresciuta del 20%. È di circa un anno fa l’allarme lanciato dall’Ufficio di igiene di Friedrichshain-Kreuzberg e dal Berliner Morgenpost che denunciava una grave situazione igienico-sanitaria nei pressi della stazione Warschauer Straße (ne abbiamo scritto qui): l’incrocio tra Warschauer Platz e Rudolfstraße in particolare era invaso da ratti e feci umane. Come nel caso della zona di Karl-Marx-Allee, l’alta concentrazione di ratti era dunque legata a problemi comportamentali che favoriscono la proliferazione dei roditori. Le deiezioni e il deposito improprio di avanzi alimentari e spazzatura rappresentano dunque le principali cause della crescita della popolazione di ratti della capitale. Se gli abitanti non provvederanno a correggere il proprio comportamento, le eventuali derattizzazioni potrebbero risultare vane.

[adrotate banner=”39″]

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Foto di copertina © kirahoffmann CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *