Il mistero Gina Lollobrigida sui muri di Berlino

La scritta Gina Lollobrigida appare su tanti edifici berlinesi, ma ci sono poche informazioni al riguardo.

Da inizio febbraio la scritta, spesso di rosso, “Gina Lollobrigida” appare in decine e decine di angoli di Berlino, soprattutto nelle zone di Prenzlauer Berg, Mitte e Friedrichshain. Non se ne conosce né l’autore né la ragione. Non c’è niente di artistico nella scritta, anche se si può dire che sembra realizzata sempre dalla stessa mano (basti vedere la A a forma di triangolo). Facendo ricerche online si trovano diverse foto su Instagram con l’hashtag #ginalollobrigida e un post su Reddit in cui ci si chiede, senza avere nessuna valida risposta, se qualcuno ha informazioni sulla diffusione del tag.

Gina Lollobrigida e Berlino

Gina Lollobrigida è un’icona di bellezza senza tempo e confini, ma ha uno speciale rapporto con Berlino e il suo Festival. Uno dei suoi primi ruoli di successo fu quel Fanfan la tulipe di Christian-Jacque che nel 1952 ricevette l’Orso d’argento. L’anno dopo lo stesso riconoscimento venne tributato a Pane, amore e fantasia, la pellicola che più di ogni altro la lanciò nell’olimpo delle star italiane nel mondo. Nel 1958 quando la Lollobrigida atterrò all’aeroporto di Tempelhof fu accolta da una folla di ammiratori e giornalisti e da una piccola orchestra che suonò in onore compleanno Nel 1986 l’attrice di Subiaco (provincia di Roma) venne invitata a dirigere la giuria della Berlinale, ma prese le distanze dal vincitore Stammheim – Il caso Baader-Meinhof di Reinhard Hauff che vinse l’Orso d’oro dichiarando “Sono contro questo film” affermò considerando il film un manifesto a favore del radicalismo di sinistra. Il suo nome, ad ogni modo, è ancora ricordato e tuttora, a intervalli irregolari, i media tedeschi le dedicano articoli e interviste. Chissà se qualcuno potrà chiederle in un prossimo futuro se si immagina la ragione per cui il suo nome caratterizzi sempre più muri della capitale tedesca

View this post on Instagram

#ginalollobrigida

A post shared by Momme Ostendorf (@momme_ostendorf) on

View this post on Instagram

#shesback #outofquarantine #ginalollobrigida

A post shared by Berlin Picnic (@berlin_picnic) on

View this post on Instagram

#graffitti #gentrification #ginalollobrigida

A post shared by Elke Allenstein (Berlin) (@elkeallenstein) on

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 48 ore (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Photo: © Berlino Magazine

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *