Castello di Augustusburg, magnifico esempio di rococò tedesco protetto dall’Unesco

Il castello preferito del Principe Elettore era un luogo di sfarzo e svago, in perfetto stile rococò

Situato a Brühl, il castello di Augustusburg fu realizzato tra il 1725 e il 1768 come residenza estiva del nobile casato dei Wittelsbach, la famiglia del Principe Elettore dell’arcivescovato di Colonia. Con i suoi splendidi giardini alla francese e lo scalone d’onore decorato con stucchi e marmi preziosi secondo il gusto settecentesco, rappresenta oggi il più importante esempio di architettura rococò in Germania. Proprio per questo, dal 1984, può vantare il titolo di sito patrimonio dell’Umanità Unesco, insieme al casino di caccia di Falkenlust.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Peter Voßen (@mightypvp)

La storia del castello: da residenza estiva esclusiva a museo aperto al pubblico

Il castello di Augustusburg fu concepito come residenza estiva, perciò veniva abitato solo per poche settimane all’anno.
Fu il Principe Elettore Clemente Augusto a ordinarne la costruzione nel 1725, sulle fondamenta di un palazzo già presente dal Medioevo. Il progetto fu ideato dall’architetto della Vestfalia Johann Conrad Schlaun,  ma ad essere decisivo fu il contributo di François de Cuvilliés il Vecchio, considerato il primo vero maestro del rococò tedesco. Fra il 1729 e il 1740 venne ultimata anche la costruzione di Falkenlust, l’elegante edificio adibito alla caccia con il falcone. Durante la Seconda Guerra Mondiale alcuni ambienti del castello di Augustusburg furono danneggiati dai bombardamenti, ma prontamente restaurati. Così, già a partire dal 1949, venne nuovamente utilizzato dal Presidente Federale tedesco per accogliere missioni diplomatiche estere. Alcuni degli ospiti più celebri furono: Elisabetta II, Nelson Mandela e papa Giovanni Paolo II. Riconosciuto come Patrimonio Unesco nel 1984, il castello è oggi un museo aperto al pubblico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ntlgrtz (@ntlgrtz)

Le attrazioni principali: il giardino francese e lo scalone monumentale

Il Brühler Schloss, come lo chiamano gli abitanti del posto, è ricco di attrazioni imperdibili. I giardini alla francese sono un vero e proprio capolavoro di Dominique Girard, che progettò anche il parco del Castello del Belvedere di Vienna, e conservano ancora l’autentica bellezza del XVIII secolo. I boschetti intorno al castello si ispirano invece allo stile inglese: il luogo ideale per lunghe passeggiate. Artisti di fama internazionale si occuparono delle decorazioni interne, tra le quali spicca lo scalone d’onore, opera del tedesco Balthasar Neumann. Si tratta di una delle maggiori espressioni del rococò tedesco e, al tempo stesso, un vero e proprio monumento ai Wittelsbach. L’intero spazio è decorato finemente da stucchi, marmi policromi, colonne di diaspro e cariatidi, che culmina con il trionfale affresco Clemente Augusto in Gloria, realizzato da Carlo Carlone.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Loïc Lagarde (@loic.lagarde)

Visite e tour guidati

Al momento il castello non è visitabile a causa dell’emergenza Coronavirus, ma come riportato sulla pagina web ufficiale, sarà nuovamente aperto al pubblico dal 2 marzo 2021. Normalmente i tour guidati sono offerti solo in tedesco, ma sono comunque disponibili audioguide in italiano. E’ obbligatoria la prenotazione, specialmente nel caso di gruppi di visitatori (minimo 15 partecipanti), chiamando il numero +49 (0) 2232 | 44 000.

Di seguito gli orari di apertura, in vigore dal 2 marzo 2021:

Lun: Chiuso
Mar-Ven: 9:00- 16:00
Sab-Dom: 10:00-17:00
Festivi: 10-17:00

Leggi anche L’abbazia di Corvey, patrimonio UNESCO, gioiello di architettura carolingia al centro della Germania

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Castello di Augusburg da Wikimedia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *