Berlino ha appena demolito 60 metri di Muro per costruirci palazzi abitativi

Uno dei più grandi pezzi rimasti del Muro di Berlino è stato abbattuto. Nonostante la sua importanza, non è stato classificato come monumento storico

Da un giorno all’altro è stato abbattuto un prezioso pezzo del Muro di Berlino. A Pankow, ben 60 metri sono scomparsi. Il muro si trovava all’angolo tra Dolomitenstrasse e Maximilianstrasse. Facevano parte dell’originario muro dell’entroterra della DDR (Repubblica Democratica Tedesca), che originariamente si estendeva per diverse centinaia di metri lungo la linea ferroviaria Berlino-Szczecin. Il muro sorgeva su un terreno vicino al binario della ferrovia.

Gli storici sono sconvolti dalla demolizione

La Fondazione del Muro di Berlino non ne è stata informata, spiega il curatore della Fondazione Manfred Wichmann: «La parziale demolizione del pezzo continuo del Muro dell’entroterra in Dolomitenstrasse è una chiara perdita dei resti del Muro originale». Insieme allo storico Sören Marotz del Museo della RDT, Wichmann aveva presentato questa sezione al pubblico lo scorso autunno in occasione del trentesimo anniversario della caduta del Muro e ne aveva sottolineato il significato. Il muro dell’entroterra, al centro della zona residenziale, era un’importante reliquia per i due storici. «L’opera faceva parte della cosiddetta Vorfeldsicherung des Grenzstreifenes (che metteva in sicurezza la striscia di confine davanti al Muro) e mostrava così – come testimonianza pietrosa – quanto profondamente il regime di confine della RDT intervenisse nella vita quotidiana della gente di Berlino Est», dice Wichmann. Tuttavia, il pezzo in Dolomitenstrasse, come quasi tutti i resti del Muro fuori dal centro della città, non è stato elencato. Anche se con i suoi 60 metri di lunghezza era uno dei più grandi tratti originali del Muro, era conosciuto solo dagli addetti ai lavori e dai residenti. Il muro di cemento alto 3,40 metri si trovava nell’ultimo angolo di un’area verde troppo cresciuta ed era spesso utilizzato dai writers grazie alla sua posizione protetta.

“Scompaiono sempre più”, si rammarica Manfred Wichmann, dal 2012 curatore di collezioni e archivi presso la Berlin Wall Foundation

Altri 60 metri sono ormai irrimediabilmente persi. Secondo Wichmann a Berlino ci sono ancora circa 2000-2500 metri di muro originale – a seconda che siano incluse o meno le recinzioni metalliche. Le grandi sezioni della East Side Gallery, Niederkirchnerstraße e Bernauer Straße ne costituiscono oltre quattro quinti. Questo lascia poco meno di 500 metri nel resto della città. Rimane solo un piccolo segmento della barriera con quattro sezioni di muro all’angolo della Maximilianstrasse. «Ciò rende ancora più importante conservare almeno le parti rimanenti di circa 10 metri sul lato della strada, mettendole sotto un ordine di conservazione», chiede Wichmann. Vuole lavorare per questo insieme all’Ufficio di Stato per la tutela dei monumenti.

Leggi anche20 concubine in un eremo della Baviera, la quarantena del re della Thailandia

Studia tedesco via Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

 Immagine di copertina: © CC0 – Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *