Kühnert, Niklas Schröder, CC0,https://www.flickr.com/photos/110224719@N08/26423644648/in/photolist-GfY5Y9-2avQuix-7QAdYz-6Z52os-6Z11HZ-6Z124H-owacQd-erF93w-osJ6Cy-63LqQj-9g7iuR-5NsKgf-2dFp2QP-6Z518W-6Z4ZTE-erF9z7-nKvTy3-erF8MS-adBxii-63GdrD-erF8m5-eqJSXe-6Z126v-2bUiV5t-EJGmdX-24oQbpn-GfYaEU-21Ny4Q7-EJGnF6-2eko1ed-28LWLzu-2d2aZg4-295HbLh-27sgF8A-2etGwMB-S78GVK-2dbkzG2-PpaZru-MMcYrn-2aUd8Ej-27LZ7Sc-27LYZfD-2apRZQN-299UCmD-q4LR1d-e3kbNQ-erF9hS-ac8wt9-eqJSQ8-2aNvaWN

Kevin Kühnert, il giovane che vorrebbe rivoluzionare – e salvare – i socialdemocratici tedeschi

In Germania il partito socialdemocratico (SPD) sembra essere in pericolo. E Kühnert è pronto a prenderne il comando

Kevin Kühnert è il giovane leader degli Jusos (l’organizzazione giovanile del Partito Socialdemocratico di Germania) che sta facendo molto parlare di sé, tanto che il giornale tedesco Der Spiegel gli ha dedicato la copertina dell’ultimo numero. Kühnert non ha nemmeno trent’anni, eppure è già temuto dai politici tedeschi per le sue idee troppo “di sinistra”. In un’ intervista per lo Zeit, divenuta ormai celebre, il giovane politico ha proposto di collettivizzare le grandi aziende industriali (tra queste la BMW), di limitare la proprietà immobiliare a una casa per famiglia e controllare democraticamente la distribuzione dei profitti, così da garantire una maggiore equità e ripartizione del benessere. Idee giudicate scandalose dai partiti più moderati, e anche la stessa ex-Presidente del suo partito se ne è discostata.

[adrotate banner=”34″]

L’incubo dei socialisti tedeschi

A detta del capo dell’Istituto Forsa (che si occupa di analisi statistiche) Manfred Güllner, le dichiarazioni di Kühnert hanno spaventato gli elettori più centristi, tanto che il partito SPD è crollato al 15% alle ultime elezioni europee. Inoltre, la sua campagna socialista e l’aperta opposizione alla Merkel sembrano minacciare la stabilità del socialismo tedesco, che non è pronto ad adottare una linea troppo apertamente di sinistra.

Un bambino prodigio

Appassionato di politica sin da piccolo, Kevin Kühnert si è iscritto al partito all’età di quindici anni, nello stesso anno in cui Angela Merkel diventava Cancelliere e formava la sua prima coalizione. Oggi presenzia quotidianamente a programmi politici televisivi e la sua attività è ormai nota (e temuta) a tutti. Il giovane appartiene a un’intera generazione di giovani tedeschi che si non si sentono rappresentati dalle scelte dell’attuale governo, tra queste le prese di posizione sulla questione dei migranti. Per questo le sue idee stanno raccogliendo sempre più consensi e la leadership socialdemocratica non può permettersi di liquidarlo.

Leggi anche: A Berlino è trionfo dei Verdi, neanche un quartiere è per i socialdemocratici

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: Kevin Kühner, © Niklas Schröder, CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *