esibizione,https://pixabay.com/it/photos/concerto-musica-folla-dancings-1149979/, Free-Photos,https://pixabay.com/it/users/free-photos-242387/

C/O: di giorno mostra di foto, di notte club

“No Photos on the Dance Floor!” Berlino dalla caduta del Muro alla nascita della club culture 

“No Photos on the dance Floor! (No foto sulla pista da ballo!) Berlino dal 1989 a oggi” è un progetto ospitato al C/O Berlin che racconta la capitale tedesca dalla caduta del Muro a quando giovani artisti, galleristi e DJ presero possesso degli spazi vuoti e inutilizzati e gli diedero nuova vita, facendone la mecca di un’intera generazione di giovani creativi e inventando la club culture. Dal 13 settembre fino al 30 novembre, il C/O presenterà durante il giorno una collezione di fotografie, video e altra documentazione storica sui club berlinesi mentre di sera la galleria si trasformerà in uno spazio per ballare e vivere l’atmosfera di un club

Tresor außen, 1996, a.d.S. Temporary Spaces © Martin Eberle

[adrotate banner=”34″]

Come giovani artisti cambiarono Berlino: da una città distrutta al centro culturale più attivo in Europa

Quando cadde il Muro nel 1989, giovani artisti, galleristi e DJ provenienti sia dalla parte est che da quella ovest presero il controllo della città. Edifici inutilizzati, fabbriche dismesse e aree vuote vennero reinventate e presero nuova vita: qui furono creati club, bar e gallerie d’arte. La nuova scena culturale così quanto i club divennero il mototore di rilancio della città e servì da richiamo per un’intera generazione di giovani creativi. La scena berlinese non inventò la techno, ma le rese onore e ne fece la propria culla. Quello che è successo a locali come il Tekknozid, l’Ufo, il Tresor e il Planetfu fu un grande big bang e una via d’uscita per l’ultima grande cultura giovanile europea. Con effetti visivi e nuovi approcci artistici, la club culture di Berlino si muove al confine tra video, film, proiezione e musica. Questo legame con l’arte ha permesso a numerosi creativi nuove opportunità di collaborazione, nonchè nuove prospettive e spazi di scambio, incontro e riflessione.

Il progetto: esposizone durante il giorno, club durante la notte

«Per me un club è una grande macchina di astrazione che produce costantemente immagini mentali. Appeso al limite del visibile quando arriva la nebbia provocata dal fumo e guardo le luci e il soffitto, immaginano lampi e barlumi di cose intangibili». Ecco cos’è un club secondo Wolfgang Tillmans, fotografo e artista tedesco che esporrà le sue opere. Con il progetto “No Photos on the Dance Floor! Berlino dal 1989 a oggi”, viene documentata da un lato la scena dei club berlinesi e dall’altro la si vive. Durante il giorno, infatti, la mostra presenta fotografie, video, film e altro materiale documentaristico, offrendo una panormica sullo sviluppo della club culture berlinese degli ultimi 30 anni. Di notte, invece, una parte dello spazio espostivo del C/O Berlin diventerà un vero e proprio club: i visitatori potranno ballare tutta la notte in una serie di appuntamenti con noti DJ, artisti del suono e del video.

No Photos on the Dance Floor! Berlino dal 1989 a oggi

Dal 13 settembre all’11 novembre

Vernissage giovedì 12 settembre dalle 19 in poi

Presso Galleria d’arte C/O

Hardenbergstraße 22-24, 10623 Berlin

Evento: No Photos on the Dance Floor! Berlino dal 1989 a oggi 

Leggi anche: «Nel 1984 disegnai sul Muro di Berlino uomini con la testa di cuori. Ero un vandalo, ora mi reputano un artista»

Leggi anche: I primi due artisti ad aver dipinto il Muro in mostra a Berlino per i trent’anni dal 9 Novembre 1989 

Immagine di copertina: Esibizione , © Free-Photos, CC0 on Pixabay

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *