A Berlino un concerto di Raf Ferrari, maestro del jazz italiano (collaborò con Ian Paice)

Una laurea al DAMS e un diploma al Conservatorio di Frosinone

Nato a Laurenzana in provincia di Potenza, Raf Ferrari, classe 1976, a 19 anni si trasferisce prima a Bologna e poi a Roma per gli studi. Oltre ad essersi laureato al DAMS di Bologna, si diploma anche in jazz e musica moderna al Conservatorio di Frosinone. Fino ai 20 anni si forma principalmente da autodidatta e ha, così, la possibilità di spaziare tra diversi generi musicali. Raf Ferrari si esibisce e comincia a comporre sin da giovanissimo: «L’ispirazione la trovo nella vita reale. Sono estremamente convinto che la composizione, oltre all’esperienza professionale e tecnica, richieda del materiale vivo su cui lavorare. Da artista sento necessario vivere esperienze ed emozioni prima di poter provare a comunicarle agli altri». Sebbene Raf Ferrari pensi di non aver subito l’influenza di nessun artista in particolare, si è appassionato a K. Jarrett, uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi. Allo stesso modo, apprezza sicuramente anche molti dei compositori della tradizione colta europea.

[adrotate banner=”34″]

Le numerose collaborazioni con alcuni dei più grandi artisti

Proprio nella città di Bologna, Raf Ferrari si avvicina a più genere musicali: classica, blues, rock e jazz. Dopo la laurea e il diploma, vince una borsa di studio al Saint Louis Music School di Roma. Da questo momento in poi inizia una collaborazione con molti grandi artisti e oggi colleghi. Janny Bae, Rodolfo Maltese (Banco del mutuo soccorso), Gabriele Mirabassi, Maurizio Giammarco, Fabrizio Bosso sono alcuni dei musicisti con cui ha collaborato, a cui si aggiunge Ian Paice dei Deep Purple. «La collaborazione con Ian Paice è stata la realizzazione dei miei sogni data la passione per i Purple», racconta Raf Ferrari. «È stata un’esperienza che ho avuto la fortuna di fare quando non avevo nemmeno 30 anni». Nella sua carriera da musicista, si è esibito su numerosi palchi del panorama nazionale e internazionale: Jammin’ Jazz Festival di Villa Celimontana, Roma Jazz School alla Casa del Jazz,  40° Cantiere Internazionale dell’Arte  di Montepulciano, Walter Jazz Competition, Terni Jazz Festival, Murjazz. Inoltre, è stato recentemente inserito nel Dizionario del Jazz Italiano, in quanto compositore e pianista attivo a livello nazionale.

Raf Ferrari sarà per la prima volta in concerto a Berlino

Per la prima volta a Berlino, il 24 maggio 2019 Raf Ferrari sarà in concerto presso il Badenscher Hof JazzClub alle ore 21.15. Assieme al suo quartetto formato dal violoncellista Vito Stano, il contrabbassista Andrea Colella e il batterista Claudio Sbrolli, porta in tour l’album Quattro, ispirato a tratti e storie autobiografiche tra jazz, musica classica e contemporanea.

Leggi anche: A Monaco nasce il Festival della Letteratura Italiana

[adrotate banner=”39″]
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

[adrotate banner=”34″]

Immagine di copertina: © Raf Ferrari

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *