Germania, migranti aggrediti ad un raduno di estremisti di destra

Guineani feriti in un attacco xenofobo vicino ad un noto ritrovo di estremisti di destra del partito Der III. Wega Erfurt, in Turingia.

Nella notte tra venerdì e sabato 1 agosto, due uomini originari della Guinea sono stati vittime di un attacco xenofobo da parte di dodici cittadini germanici, membri del partito Der III. Weg. L’assalto è avvenuto in prossimità di una struttura nota alla polizia per essere un luogo di ritrovo di esponenti di estrema destra nella città di Erfurt. Alle 3.05, i due uomini sarebbero stati aggrediti dapprima verbalmente e poi fisicamente. Al momento non ci sono prove dell’utilizzo di armi o altri oggetti. Dopo l’aggressione, le due vittime sono state portate in ospedale per assistenza medica. Uno di loro rimane tuttora in condizioni critiche. Secondo quanto riportano le autorità locali, i sospetti si troverebbero sotto custodia. Le prime dichiarazioni riportate dalla polizia hanno descritto l’accaduto come una colluttazione tra il gruppo di africani e quello di tedeschi culminata in un confronto fisico. Qualche ora dopo è stato invece confermato il movente xenofobo. La polizia richiede ora l’aiuto di eventuali testimoni.

Attacchi ricorrenti nella città di Erfurt da parte di gruppi neonazisti

Gli attacchi xenofobi dell’estrema destra sono ormai ricorrenti in Germania. Katharina König-Preuss, rappresentate del partito Die Linke e membro del Landtag della Turingia, ha difatti affermato che l’attività neonazista è in aumento. L’attacco razzista di sabato è l’ultimo di una lunga serie: come riporta DW, infatti, solo due settimane fa era accaduto un episodio simile. In seguito allo scorso assalto, proprio nella gionrata di sabato è stata organizzata una manifestazione di solidarietà.

L’attività del partito Der III. Weg

Der III. Weg è un piccolo partito di estrema destra tedesca fondato nel settembre del 2013 ad Heidelberg. I suoi membri si considerano un’élite neonazista, venendo così classificati dalla protezione costituzionale come altamente inclini alla violenza. Il partito è antiparlamentare e aspira a una democrazia presidenziale con ampi poteri al presidente. Inoltre, si classifica come antisemita e antisionista. L’azione del gruppo si articola in tre ambiti, come suggerisce anche il numero presente nel nome: lotta politica, lotta culturale e lotta per la comunità. Attraverso iniziative di beneficenza e di sostegno alla collettività, gli attivisti fanno propaganda e cercano di attirare l’elettorato. Ma oltre a queste attività, c’è di più: secondo Katharina König-Preuss, infatti, il partito offrirebbe allenamenti di arti marziali per militanti neonazisti, bambini e adolescenti.

Pixabay

Leggi anche: Berlino, un infetto su 9 ha contratto il Covid all’estero

Studia tedesco via Zoom/Skype con lezioni private o collettive, corsi da 45 ore collettivi (max 8 persone) a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *