Cosa fare un weekend a Berlino (gratis)

Sei a Berlino per un weekend e non sai cosa fare? Ecco un itinerario gratuito per godere il più possibile della città in soli due giorni

Se siete riusciti/e ad organizzare una fuga a Berlino per un weekend, potrà risultarvi difficile capire come sfruttare al massimo il tempo a vostra disposizione. Berlino, infatti, è una città che offre talmente tante possibilità e luoghi da non perdere che tentare di visitarla al completo in un solo weekend è un’impresa impossibile. Vi consigliamo quindi un percorso adatto ad un weekend berlinese che vi permetta di immergervi il più possibile nella cultura di questa città tramite passeggiate da est a ovest, un museo gratuito e i principali punti d’attrazione. Sarà impossibile non voler tornare per completare il vostro tour!

Primo giorno – mattina

Appena arrivati a Berlino, il consiglio è quello di raggiungere Alexanderplatz, una delle piazze più celebri della città e più facili da raggiungere in quanto ben collegata da S-Bahn e U-Bahn qualunque sia il vostro punto di partenza. Dall’altro lato della piazza si trova uno dei simboli di Berlino, la Fernsehturm ovvero la famosa Torre della televisione, voluta dalla DDR per dimostrare alla Germania dell’ovest l’alto sviluppo tecnologico della parte est. Oggi è uno degli edifici più alti d’Europa che può essere visitato sia pagando un biglietto di ingresso per godere della vista sia per un pasto nel ristorante che si trova al suo interno. Da lì, percorrendo Karl-Liebknecht-Straße e attraversando il Karl-Liebknecht-Brücke si potrà vedere sulla destra il Berliner Dom, il duomo cittadino, e la famosa Museumsinsel che raggruppa cinque musei (Museo di Pergamo, Altes Museum, Alte Nationalgalerie, Bode Museum e Neues Museum). Il biglietto per ciascuno di questi è a pagamento, ma anche ammirarli da fuori durante una passeggiata sarà sufficiente se si dispone di poco tempo a Berlino, in quanto è un luogo che per la grande rilevanza artistica è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO. Dall’isola dei musei, si può continuare con una passeggiata di circa mezz’ora negli Unter den Linden, dei lunghi viali che portano fino al simbolo di Berlino, la Porta di Brandeburgo. Subito dietro la porta si trova Tiergarten, il più grande parco cittadino in cui è possibile fermarsi per una pausa pranzo, magari comprando un currywurst in uno dei carretti street food che si trovano nei pressi della porta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Berlino Magazine (@berlinomagazine)

Primo giorno – pomeriggio

Dopo una pausa pranzo al Tiergarten, tornando indietro verso la porta e dirigendosi verso nord si può visitare gratuitamente il palazzo del Reichstag, sede del Parlamento. È possibile prenotare sul sito ufficiale (consigliamo di farlo in anticipo) scegliendo fra vari tipi di visita, ma quella più adatta per chi ha poco tempo da trascorrere a Berlino è l’opzione “visit to the dome”, in modo da poter adattare la durata della visita alle proprie esigenze, non seguendo una guida. Percorrendo Ebertstraße si arriverà al Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa, composto da più di 2000 stele per commemorare le vittime della Shoha. A 500 m da questo monumento si trova un’altra delle piazze principali della città, Potsdamer Platz, sede del Sony center e colma di bar e pub in cui poter bere una birra o un caffè. Non molto lontano da Potsdamer Platz si trova Checkpoint Charlie, un importante posto di blocco tra il confine statunitense e quello sovietico. Questo è situato nella famosa Friedrichstraße, una strada lunga 3,5 km che attraversa i quartieri di Mitte e Kreuzberg. Kreuzberg, è uno dei quartieri più vivi e multiculturali della città, in cui i posti economici in cui cenare sono innumerevoli (soprattutto se volete provare un kebab o cibo mediorientale).

Ecco la mappa completa del primo giorno:

Secondo giorno – mattina

Il secondo giorno a Berlino inizia nella parte est della città, precisamente attraversando il ponte a due piani Oberbaumbrücke, che dal 1961 al 1989 è stato uno dei punti di passaggio tra Berlino est ed ovest. Nel lato est si trova la East side gallery, una parete del vecchio muro lunga 1,3 km ricoperta da centinaia di graffiti di artisti diversi: prendetevi il vostro tempo per passeggiare e ammirarli con calma, e se sarete così fortunati da godere di una giornata soleggiata a Berlino, all’altezza della Mercedes Platz lungo la Sprea troverete un artista di strada e potrete fermarvi al piccolo parco o nei gradini della piazza per ascoltarlo/a. Tra Revaler Strasse e la stazione ferroviaria di Warschauer Strasse, si trova il RAW, uno dei luoghi più emblematici dello spirito berlinese che racchiude bar, club, cinema e spazi artistici. Fermatevi per pranzare in uno dei food truck o per scattare delle foto con approfittando di uno sfondo con murales e street art di vario tipo in un ambiente underground.

Secondo giorno – pomeriggio

Se il vostro soggiorno a Berlino include un sabato o una domenica, fino alle 15.30 potrete trovare il mercatino dell’usato a Boxhagener Platz con stand dedicati sia al cibo (principalmente il sabato) sia ai vestiti e oggetti di seconda mano (prevalentemente la domenica). Il pomeriggio del secondo giorno può essere dedicato ad uno dei tanti musei gratuiti che offre la città di Berlino. Il nostro consiglio è quello di approfittare per visitarne uno che racconti la storia della città o correlata a questa, come il Tränenpalast che racconta la divisione tedesca, Topographie des Terrors dove avevano sede le centrali del terrore nazionalsocialista, o il Jüdisches Museum, il museo che racconta la storia ebraica in Germania. Questi possono essere visitati gratuitamente, ma fate attenzione all’orario di chiusura e ad eventuali prenotazioni online che vi possono permettere di saltare la fila. Se avete già visistato Kreuzberg la prima sera, per la seconda notte in città vi consigliamo di tornare alla parte est e passeggiare per Friedrichshain, un quartiere dall’atmosfera alternativa in cui bere una birra in compagnia.

Leggi anche: I 5 ponti più romantici di Berlino.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Guarda foto e video e partecipa a concorsi per biglietti di concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: Luca Bracco da unsplash.