Yenidze, l’ex fabbrica di sigarette di Dresda costruita nel 1900 come una moschea

Yenidze, l’ex fabbrica di sigarette di Dresda che coniuga l’architettura orientale e la cultura contemporanea.

Yenidze, l’ex fabbrica di sigarette situata nel cuore di Dresda, deve il suo nome alla città di Genissea, un centro noto per la produzione del tabacco appartenente in passato al grande Impero Ottomano. Nel 1886 Hugo Zietz fondò l’azienda per la produzione di sigarette e nel 1907, lo stesso imprenditore, incaricò l’architetto Martin Hammitzsch di costruire la filiale dell’azienda. Il progetto doveva rispettare un preciso requisito: l’edificio non doveva identificarsi come una fabbrica. Da qui prese forma l’idea di ricercare delle linee orientali, che tra il 1907 e il 1909, portarono alla realizzazione dell’edificio ispirato a una moschea. Oltre a rispettare i parametri richiesti dalla municipalità, la “Moschea del Tabacco” divenne il simbolo distintivo per l’azienda di Hugo Zietz, che rimase nelle sua mani fino al 1923.

L’oriente incontra il barocco

Yenidze si innalza per 62 metri nelle vicinanze del centro storico di Dresda, che ha guadagnato negli anni l’appellativo di “Firenze sull’Elba” per il suo capitale artistico e culturale ispirato al barocco italiano. Nonostante la singolarità ricercata da Hugo Zietz per creare un contrasto tra le linee orientali e lo stile barocco di Dresda, inizialmente Yenidze subì una grande disapprovazione, tant’è che Martin Hammitzsch venne persino escluso dalla Camera degli Architetti. Il modello architettonico si ispira al complesso funerario di Amir Khayrbak situato a Il Cairo e in parte al movimento Art Nouveau e Post Moderno. Gli stili confluiscono in Yenidze conferendo un tocco orientale al panorama occidentale della città. La cupola di vetro dell’altezza di 20 metri che domina il soffitto della moschea, è costituita da quattro arcate che richiamano le forme delle tombe dei califfi egiziani.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Travel Drone Germany Photo (@george_oldman)

Yenidze nella storia

Una volta che il colosso tedesco del tabacco Reemtsma rilevò l’azienda di Hugo Zietz, vi stabilì la sua produzione di sigarette fino al 1953. Durante i bombardamenti subiti nel 1945 nel corso della Seconda Guerra Mondiale, un terzo dell’edificio fu pesantemente distrutto dalle bombe sganciate sulla città di Dresda. Nel 1966, la cupola venne vetrificata in marrone e verde mentre la vetrificazione illuminata risale ai lavori di ristrutturazione degli anni ’80. In seguito alla riunificazione della Germania e alla privatizzazione degli immobili, una società di Berlino si occupò di ridare nuova vita all’ex fabbrica. L’edificio ospita oggi uffici, è sede di numerosi eventi e dal ristorante si può godere di una vista panoramica a 360° su tutta la città. Realizzato più di un secolo fa, Yenidze è uno dei simboli architettonici di Dresda.

Leggi anche: Gemäldegalerie Alte Meister, il museo di Dresda con Raffaello, Giorgione, Cranach e van Eyck – Berlino Magazine

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

In copertina: Yenidze Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *