Una cittadina tedesca non vuole che le truppe USA se ne vadano

Grafenwöhr, in Baviera, la base militare più importante d’Europa rischia di chiudere

Grafenwöhr è una cittadina della Baviera, conosciuta soprattutto per la sua base militare americana, tra le più importanti in tutta Europa. È stato uno shock quando l’estate scorsa Donald Trump ha annunciato il ritiro di circa un terzo dei 36.000 soldati statunitensi presenti in Germania. Sarebbe impensabile per i cittadini concepire Grafenwöhr senza una zona di addestramento militare poiché offre lavoro a molti abitanti. Infatti, come spiega Edgar Knobloch, sindaco della città «L’area di addestramento militare offre lavoro a circa 3000 civili tedeschi».

La cittadina prospera grazie alla base militare

La comunità, conosciuta anche come “Little America”, prospera grazie alla presenza delle truppe statunitensi presenti sul territorio dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.
Piri Bradshaw, i cui genitori gestiscono un pub irlandese nel centro della città, sostiene che «Grafenwöhr non è niente senza i soldati americani».
I negozi presenti a Grafenwöhr sono fin troppi per una cittadina di soli 6.500 abitanti però, se si considerano anche i  soldati e le loro famiglie che vivono nella base, la prospettiva cambia.
L’aspetto economico è quello che più si aggraverebbe dal ritiro delle truppe. Secondo il sindaco Knobloch, non sarebbe neanche negli interessi degli Stati Uniti abbandonare la base, dato che negli ultimi anni sono stati investiti molti soldi per modernizzarla. A Grafenwöhr vengono addestrati sia soldati che vengono inviati in missione in Iraq e Afghanistan, che eserciti dei paesi membri della Nato.

L’esibizione di Elvis Presley durante il servizio militare a Grafenwöhr

La base però non ha solo un ‘valore economico’. «Tre generazioni di soldati statunitensi si sono susseguite qui, a volte anche di padre in figlio», ha detto Birgit Plössner, responsabile del Museo Culturale e Militare.
Nel 1958 anche Elvis Presley rimase di stanza a Grafenwöhr per un po’ prima di trasferirsi a Friedberg, in Assia, dove ha prestato la maggior parte del suo servizio militare. Il cantante, durante la sua permanenza a Grafenwöhr, ha tenuto un concerto privato per i dipendenti di un pub locale, l’unica esibizione in Europa di tutta la sua carriera. Per questo occupa un posto importante nel Museo, dove è presente un Elvis di plastica seduto di fronte al pianoforte originale.
La presenza dei soldati statunitensi permea ogni aspetto della vita culturale e sociale della città. Per questo l’elezione di Biden e la sospensione del ritiro delle truppe è stata un grande “sollievo” per la città. Il sindaco Kobloch, si dichiara «fiducioso del fatto che la decisione sarà a nostro favore».

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter!

Immagine di copertina: Grafenwöhre © 7th Army Joint Multinational Training Command da Wikimedia CC 2.0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *