La storia di come Christiane F. conobbe il suo idolo, David Bowie

David Bowie, Christiane F. e Berlino. Una rockstar, una ragazzina e un luogo legati a doppio filo tra loro

Come tutti sanno, David Bowie visse nella capitale tedesca per due anni, dal 1976 al 1978. Con lui l’amico Iggy Pop, entrambi fuggiti dagli Stati Uniti, ridotti a ombre di loro stessi. La permanenza a Berlino aiutò i due a disintossicarsi e a comporre alcuni dei brani più significativi delle rispettive carriere. Altrettanto noto è il fatto che Christiane F., autrice del famosissimo libro autobiografico Noi, i ragazzi dello Zoo di Berlino – uno dei più crudi e realistici racconti della discesa di un’adolescente nell’inferno della droga – fosse una sfegatata fan di Bowie. L’artista inglese partecipò anche alle riprese dall’omonima pellicola tratta dal libro diretta da Uli Edel nel 1981. Ma forse non tutti sanno che Christiane, a Berlino, Bowie lo incontrò veramente.

“Sitting in the Dschungel, on Nürnberger Straße”

Nel brano Where are we now – pubblicato nel 2013 dopo 10 anni di silenzio – l’artista ripercorre in maniera nostalgica e struggente i ricordi legati alla sua permanenza a Berlino. Un caleidoscopico collage di immagini in musica attraverso il quale Bowie ci riporta nella ‘sua’ Berlino. Uno dei luoghi che Bowie e Iggy Pop frequentavano più assiduamente era sicuramente la discoteca Dschungel, che si trovava in Nürnberger Straße. Leggenda vuole che i due, dopo le folli serate passate nel club, tornassero nelle loro abitazioni – al civico 155 di Hauptstraße – letteralmente a quattro zampe. È proprio all’interno del Dschungel che Christiane incontrò il suo idolo. Con Bowie la ragazza riuscì anche a parlare un paio di volte anche se, come ricorda lei stessa, “Non parlavo molto bene l’inglese ed avevo paura di non piacergli”. Dopo gli incontri al Dschungel, Bowie e Christiane – diventata ormai famosa – si incontrarono in altre occasioni durante la promozione del film tratto dalla sua autobiografia. Ma è un altro ‘incontro’ con l’artista britannico ad aver dato una importante quanto drammatica svolta alla vita di Christiane.

Nel 1976 David Bowie suonò per la prima volta a Berlino e tra il pubblico c’era anche l’allora 13enne Christiane F.

In quell’anno Bowie stava salendo sui palchi di tutto il mondo con l’Isolar Tour, giro di concerti in supporto all’album Station to Station. Sul palco, Bowie si presentava come l’ ‘Esile Duca Bianco’, sofisticato e ambiguo personaggio, elegante e cocainomane, vestito con gilet nero e camicia bianca, con i biondi capelli pettinati all’indietro. L’incarnazione del Superuomo decantato decenni prima dal filosofo Friedrich Wilhelm Nietzsche, distante anni luce dallo sfavillante alieno glam Ziggy Stardust. All’epoca Bowie consumava quantità esagerate di cocaina ed era arrivato a pesare 50 chili con una dieta che comprendeva latte, sigarette e peperoni. Il 10 aprile del 1976 l’Isolar Tour arrivò anche alla Deutschlandhalle di Berlino Ovest, primo concerto del Duca Bianco nella capitale tedesca. Al concerto era presente anche la tredicenne Christiane F. Ma la ragazza ricorderà per tutta la vita quel concerto non per aver visto il suo idolo per la prima volta, ma per una ragione ben più drammatica. Fu subito dopo il concerto di Bowie che Christiane provò per la prima volta l’eroina. Una sostanza che la fece velocemente precipitare dentro il vortice della tossicodipendenza, arrivando a prostituirsi per procacciarsi le dosi. Per riproporre la stessa scena nel film Edel dovette volare a New York e riprendere Bowie in uno studio della città americana. Il pubblico che assiste al concerto, invece, è veramente la folla presente a uno spettacolo svoltosi alla Deutschlandhalle. Si tratta, però, dello show che gli AC/DC tennero a Berlino Ovest il 27 novembre del 1980 in occasione del Back in Black Tour.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Immagine di copertina: David Bowie – Christiane F. Screenshot da Youtube