La Germania inasprisce i controlli alla frontiera con la Francia

Il RKI dichiara la Mosella regione ad alto rischio di contagio.  La Germania aumenta i controlli al confine

La scorsa domenica il Robert Koch Institute ha dichiarato che la regione francese della Mosella è ora una zona alto rischio di contagio. La regione avrebbe infatti rilevato un alto numero di soggetti positivi alle varianti sudafricana e brasiliana del coronavirus. Secondo il primo ministro francese Jean Castex la variante sudafricana sarebbe diffusa nel 60% dei casi di contagi. La Germania nell’ultimo periodo ha attuato una serie di misure per prevenire la diffusione delle varianti del coronavirus, chiudendo i confini con l’Austria e la Repubblica Ceca. Prendendo inoltre precauzioni di comune accordo con la Francia, ovvero misure preventive che puntano ad intensificare i controlli tra le regioni tedesche e quella francese e limitare al minimo il numero di persone che attraversano il confine. Steffen Seinbert, portavoce di Angela Merkel ha dichiarato: «Siamo in una situazione in cui dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione delle varianti più aggressive del virus, che si stanno diffondendo più velocemente in Germania rispetto agli altri stati».

Le misure nello specifico

Le misure attuate non prevedono la chiusura totale al confine. Saranno però previsti dei controlli a confine tra la regione francese della Mosella, Saarland e la Renania-Palatinato. Per coloro che decidono di accedere in Germania dalla Mosella a partire dal 2 marzo dovranno soddisfare alcuni requisiti. In primis, dovranno disporre dell’esito negativo al test rapido o molecolare, svolto al massimo 48 ore prima dell’ingresso sul suolo tedesco. Inoltre i cittadini non residenti in Germania e che vi desiderano accedervi attraverso la Mosella, dovranno compilare un modulo di dichiarazione online o cartaceo, nel quale attestano di non avere sintomi Covid. Stessa procedura è inoltre prevista per coloro che accedono in Germania da altre regioni francesi. Vi sono invece delle eccezioni per i pendolari e coloro che lavorano in Germania. I trasporti pubblici che connettono la Mosella alle vicine regioni verranno bloccati, divieto che non si estende però al trasporto di merci. La polizia tedesca, in collaborazione con quella francese, si occuperà dei controlli delle auto, svolti a campione, ai confini.

Come entrare nella Mosella

Per poter entrare in Francia, i cittadini tedeschi  dovranno disporre del risultato negativo al test molecolare covid, da svolgere massimo 72 ore prima dell’ingresso in Francia. Sono esonerati dal test i tedeschi che attraversano il confine per lavoro, in quanto per loro è previsto l’obbligo di effettuare il tampone molecolare con cadenza settimanale. Inoltre la Francia prevede di rinforzare il lavoro a distanza per questa categoria di lavoratori. L’ingresso in Francia ed in Germania è consentito a tutti in linea generale, a patto che si disponga del risultato negativo al test molecolare e dell’ autocertificazione che attesti l’assenza di sintomi del virus.

Qui di seguito il tweet del ministero della solidarietà e della salute francese. “Il rafforzamento delle misure sanitarie nel confine franco-tedesco della  Mosella, attuate a partire dal 1 Marzo”.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

immagine di copertina: confine Germania-Francia foto di Anthony Beck da Pexels,  CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *