Gli eventi da non perdere ad Amburgo ad ottobre 2021. La guida giorno per giorno

Eventi, mostre e concerti da non perdere ad Amburgo. La guida giorno per giorno degli eventi che si terranno ad ottobre 2021

Ad ottobre Amburgo continua ad offrire concerti, mostre e vari eventi da non perdere. Di seguito il programma degli eventi più interessanti che si terranno ad Amburgo nel mese di ottobre.

Mostre ed eventi gastronomici

Fino al 3 ottobre, in occasione del 500° anniversario della sua morte, l’Hamburger Kunsthalle offre una mostra su Raffaello, uno degli artisti simbolo del Rinascimento. Con circa 200 stampe, disegni, dipinti, fotografie e libri della propria collezione, viene illustrata parte dell’opera dell’artista di Urbino. Vi suggeriamo questo link per maggiori informazioni e l’acquisto dei relativi biglietti.

Fino al 5 dicembre, la mostra d’arte contemporanea UNFINISHED STORIES all’Hamburger Kunsthalle. Uno squarcio di storia dell’arte dagli anni ’60 agli anni 2000, che si affida al potenziale narrativo dell’arte e alla sua capacità di elaborare storie che affascinano, arricchiscono, toccano, irritano, provocano e invitano a continuare a raccontare. Per ulteriori informazioni sull’evento e biglietti ecco il link.

Fino al 20 marzo 2022, al Museum für Kunst und Gewerbe, Made in China! Porzellan. La mostra presenta pezzi di alta qualità delle dinastie Ming e Qing, e illustra gli sviluppi tecnici e artistici nel lavoro della porcellana. A questo link tutte le informazioni.

Fino al 12 giugno 2022, la mostra dedicata all’artista impressionista originario di Amburgo Mary Warburg. Circa 50 opere saranno esposte presso la Ernst Barlach House. A questo link maggiori informazioni.

Fino al 18 ottobre, la Jenisch House espone la collezione del “Maestro delle incisioni”, Wolfgang Werkmeister. Potete trovare qui ulteriori informazioni.

Fino al 3 gennaio rimane aperta l’interessante mostra del luminare della fotografia Max Halberstadt. Sarà possibile ammirare ritratti di artisti di Amburgo, membri della comunità ebraica e del padre della psicoanalisi Sigmund Freud. Inoltre, vi saranno anche toccanti foto di bambini, oltre a suggestivi spaccati della vita cittadina di Amburgo negli anni ’20. In questo link maggiori informazioni.

Già dal 15 agosto, presso il Bargheer Museum è aperta al pubblico la mostra Prinzip Zufall (il principio del caso) del giovane artista Söntke Campen. La mostra presenta dipinti ad olio del 2018-2021 di Söntke Campen. Qui maggiori informazioni.

Fino al 24 ottobre 2021, l’artista Serena Ferrario, settima vincitrice del rinomato Horst Janssen Graphics Prize, presenterà, all’Hamburger Kunsthalle un’ampia installazione in cui si integrano in modo complesso diverse forme di progettazione grafica. Il link con ulteriori informazioni.

Fino al 31 ottobre 2021, con la mostra Aby Warburg: Bilderatlas Mnemosyne. Das Original, il famoso atlante delle immagini di Aby Warburg torna ad Amburgo, città natale di Warburg, e sarà esposto nella Collezione Falckenberg. L’atlante delle immagini “Mnemosyne” è ancora uno dei progetti di ricerca storico-artistica più importanti al mondo. A questo link maggiori informazioni.
Fino a marzo 2022, al Museum für Kunst und Gewerbe (MK&G), presenta una selezione esclusiva della fotografa Hildegard Heise, nota per il suo stile neo-oggettivo. Potrete trovare maggiori informazioni al seguente link.
Fino al 30 gennaio 2022, l’Ernst Barlach House, ospiterà la mostra “Von Dix bis Picasso”, dedicata ad opere dagli anni ’10 agli anni ’60: la mostra presenta quindici artisti della Collezione Sorst. Per maggiori informazioni e la lista degli artisti ecco il link.
Fino al 13 febbraio 2022, l’Hamburger Kunsthalle dedicherà una mostra a Marie Čermínová, meglio conosciuta come Toyen. Toyen è un’artista ceca simbolo del movimento surrealista, il suo ruolo di pioniera in questo campo la rende l’artista ceca più importante del XX secolo. Ecco il link con ulteriori informazioni.
Dal 15 ottobre fino al 16 gennaio 2022, all’Hamburger Kunsthalle potrete assistere alla mostra del pittore tedesco Werner Büttner. Sono esposti circa 100 dei suoi dipinti ad olio e collage dai primi anni ’80 ai giorni nostri. Per maggiori informazioni sull’artista e sulla mostra potete consultare il seguente link.
Dal 16 ottobre fino al 18 aprile 2022, la mostra dedicata alla tecnica pittorica di Emil Nolde, uno dei più noti e importanti rappresentanti dell’espressionismo tedesco. Nolde è reputato una “maestro del colore” che gioca con le sue diverse possibilità espressive. Per maggiori informazioni e biglietti ecco il link.
Dal 30 settembre al 9 ottobre la città ospiterà la ventinovesima edizione del Filmfest Hamburg, con moltissimi film in programma. La pianificazione dei film offre una grande varietà spazia che dai film d’autore cinefili, al cinema mainstream fino a un colorato programma di film ed eventi per i più giovani. Ecco il link con tutte le info sul festival: biglietti, programma, ospiti, info.

Venerdì 1 

A Lattenplatz, un’open air jazz con gli Shkoon. La band tedesco-siriana utilizza elementi tradizionali della comunità araba, come il folklore siriano, abbinando l’elettronica occidentale. Potete comprare i biglietti al seguente link.

All’Astra Stube si esibiranno i DUCS, trio di Hannover alternative rock con influenze americane. Per comprare i biglietti potete visitare il seguente link.

Al Cotton Club un’altra serata dedicata al jazz. Si esibirà il quartetto Shreveport Rhythm – fondato nel 2008 – considerato come uno dei migliori quartetti jazz della Germania settentrionale. Maggiori informazioni sull’evento al seguente link.

Sabato 2

All’Elbphilharmonie, si esibirà il Clemens Christian Poetzsch, giovane pianista di Dresda. Le sue influenze spaziano da Bach a Schubert a Clementi. Ciò che lo caratterizza sono le sue straordinarie improvvisazioni al pianoforte e la creazione di interessanti e nuovi mondi sonori, oltre all’ormai noto talento. Il suo ultimo album è stato nominato cinque volte per l’Opus Klassik. Per maggiori informazioni e biglietti, ecco il link.

L’Elbphilharmonie, sabato, offre un altro imperdibile concerto. L’eccezionale violoncellista francese Gautier Capuçon, accompagnato dall’orchestra diretta da Alain Altinoglu, eseguiranno il concerto per violoncello e orchestra in si minore op.104 di Antonín Dvořák. Ecco il link con ulteriori informazioni.

I Dead Like Juliet, band italiana metalcore/hardcore suonerà all’HeadCrash. È uno dei gruppi metalcore italiani più conosciuti, si distinguono per la loro affinità all’hardcore e all’uso della tastiera nei loro pezzi. Il link per acquistare i biglietti.

Domenica 3

Al Nochtwache si esibirà l’artista canadese Jesse Marchant. Il sound del cantautore canadese è spesso paragonato a Jim James, Justin Vernon, Nick Drake, Neil Young e M. Ward. I critici descrivono la sua musica come “una miscela unica di profondità ed emozione”. Il suoi brani accompagnano diverse serie televisive come “Grey’s Anatomy”, “Parenthood” o “Shameless”. Potete acquistare i biglietti al seguente link.

All’Elbphilharmonie, il ritorno del violoncellista britannico Steven Isserlis, uno degli interpreti più ricercati nel suo campo. Si esibirà eseguendo il grande concerto in la minore op.129 di Schumann. Alla direzione dell’orchestra ci sarà Case Scaglione, che è capo della Württemberg Chamber Orchestra Heilbronn dal 2018 e direttore musicale dell’Orchestre national d’Île de France dal 2019. Per maggiori informazioni sull’evento e l’acquisto di biglietti il link.

Lunedì 4

In una versione appositamente creata per sestetto d’archi, l’ensemble solista D’Accord presenta “Tristano e Isotta” di Wagner. Prima di ogni atto verranno presentati i leitmotiv e un quadro. La serata è patrocinata dall’Associazione Internazionale Richard Wagner. L’esibizione si svolgerà all’Elbphilharmonie, qui potete comprare i biglietti.

Martedì 5

Martedì, il concerto da non perdere al Laeiszhalle di Gilberto Gil, uno dei più importanti artisti musicali brasiliani. La carriera ormai ultracinquantennale di uno dei compositori, cantanti e chitarristi più influenti al mondo può vantare oltre 70 album pubblicati e nove premi Grammy. Potete acquistare qui i biglietti.

Il Logo, musikclub di Amburgo, ospiterà il concerto dei Nanowar of Steel, un gruppo musicale heavy metal/rock demenziale italiano formatosi agli inizi del 2003. Nel loro tour presentano il loro quarto album, Stairway to Valhalla, il cui titolo è parodia di Stairway to Heaven dei Led Zeppelin. Maggiori informazioni e biglietti al seguente link.

Al Docks suonerà, invece, Passenger. Il cantante inglese è l’autore della canzone “Let Her Go”, la hit che ha vinto il Premio Ivor Novello. Il link dove potete acquistare i biglietti.

Mercoledì 6

Alla Marias Ballroom, si esibirà il cantautore statunitense Austin Miller. L’interesse di Austin Miller per la musica è nato molto presto, all’età di 3 anni già prendeva lezioni di pianoforte. Il suo folk-rock è fluido e coinvolgente. Il suo terzo album, Engine, è stato un grande successo. “Miller usa la sua lirica magica e la sua voce morbida per trasportare le canzoni, dando loro un flusso naturale che non tutti i cantautori possono fare”. Al seguente link potete acquistare i biglietti.

Il compositore e musicista britannico nato in Germania, Max Richter, suonerà all’Elbphilharmonie. Il programma prevede l’esecuzione del suo ultimo lavoro Sleep, accompagnato dall’American Contemporary Music Ensemble. Maggiori informazioni e biglietti al seguente link.

Giovedì 7

Il concerto della chitarrista e cantante francese Laura Cox. Si terra a Lattenplatz, per maggiori informazioni sull’artista e l’evento ecco il link.

Alla Drafthouse Amburgo si esibiranno invece gli Hangmen, leggendari rocker underground di Los Angeles, che dalla metà degli anni ’80 suonano punk rock ed hard rock. Il link con maggiori informazioni e biglietti.

Venerdì 8

Da non perdere, all’Elbphilharmonie, il concerto dei Brandt Brauer Frick. I tre membri che compongono il trio di Berlino hanno una formazione classica, ma sperimentano le sonorità della musica elettronica, dandogli una nuova forma. I suoni tipici dei club vengono riproposti come impressionanti eventi sonori analogici e con performance dal vivo. I tre berlinesi sviluppano beat da club e sonorità della nuova musica classica, creati con strumenti in carne ed ossa dal vivo. Il link dove trovare maggiori informazioni e biglietti.

Al Halle 424, si terrà il concerto di Stephanie Lottermoser, sassofonista, cantante e compositrice tedesca. Presenterà il suo nuovo e brillante album Hamburg. Il suo precedente album This Time, arrivò al n. 2 delle classifiche jazz tedesche nel 2018. Per maggiori informazioni e biglietti visitate il seguente link.

Allo Yoko, suoneranno i Flip-Flap, una band di Amburgo che utilizza le influenze del funk/hiphop e del jazz nelle proprie canzoni. Per maggiori informazioni ecco il link.

Sabato 9

Al Museum für Hamburgische Geschichte (Museo della Storia di Amburgo), il festival di musica da camera di Amburgo. Biglietti disponibili al seguente link.

Nella sala piccola dell’Elbphilharmonie un interessantissimo evento. L’impressionante film documentario “Antonio Gaudí” del giapponese Hiroshi Teshigahara, sarà accompagnato, dal vivo, dal paesaggio sonoro creato da Sarah Davachi. Le composizioni di Sarah Davachi sembrano spesso un omaggio allo strumento stesso, che riesce a mostrarne dei lati sconosciuti. Tutte le informazioni (e biglietti) al seguente link.

Un altro evento ospitato dall’Elbphilharmonie è l’installazione di Yulia Mahr. Con Studio Diary presenta un film documentario poetico e narrativo, che tocca le grandi domande dell’essere un artista. L’ingresso è gratuito, ma i visitatori devono registrarsi sul sito. Maggiori informazioni al seguente link.

Al Theaterbar Nachtasyl, si esibirà Madison McFerrin. La sua fantastica voce combinata con il suo peculiare modo di far jazz, rende l’evento un concerto da non perdere. Per info e maggiori informazioni ecco il link.

Domenica 10

Al Laeiszhalle si terrà il concerto della Filarmonica Classica di Bonn, un’ampia orchestra da camera con fiati. Tutte le informazioni al seguente link.

L’American Contemporary Music Ensemble si esibirà all’Elbphilharmonie. Il collettivo conta tra i suoi membri alcune delle giovani stelle più brillanti della scena musicale americana.  Il link con maggiori informazioni.

Martedì 12

Al Moltov, per gli amanti del punk, da non perdere il concerto degli Squid, una band inglese post-punk di Brighton. Qui potete acquistare i biglietti.

Il trio tedesco Catch si esibirà all’Elbphilharmonie. Le tre musiciste di Amburgo dispiegano in modo virtuosistico i timbri di clarinetto, violoncello e pianoforte e vanno alla ricerca di suoni contemporanei mai ascoltati prima. Tutte le informazioni al seguente link.

Mercoledì 13

Il Knust ospita un’evento dedicato agli amanti del metal. Suoneranno i Wolves in the Throne Room sono una band black metal statunitense, formatasi a Olympia nel 2003. Ecco il link dove potete acquistare i biglietti.

Giovedì 14

Il cantautore tedesco Colbinger suonerà al Marias Ballroom. Il suo stile intreccia il rock acustico con il country e il folk, segnato, inoltre, da influenze blues. Al seguente link potrete trovare maggiori informazioni.

La cantante, musicista e produttrice Mariama salirà sul palco del Schanzenzelt. Maggiori informazioni sull’artista e biglietti potete trovarli al seguente link.

Venerdì 15

L’artista russa Zivert suonerà al Friedrich-Ebert-Halle. Zivert è una cantante russa nota in particolare per il suo brano Life. Il link con maggiori informazioni sull’evento.

Da non perdere, in particolare per gli amanti del jazz, il concerto di Michael Wollny all’Elbphilharmonie. Wollny è un pluripremiato pianista jazz tedesco, riferimento nel jazz contemporaneo. Le sue influenze spaziano da Robert Schumann a Björk. Biglietti disponibili al seguente link.

Sempre all’Elbphilharmonie, cambiando di genere, il concerto dei Karat, una band di Berlino fondata nel 1975. La band è stata una delle più affermate nella DDR e , ancora oggi, riscuote successo suonando musica rock e cantando in tedesco. Biglietti al seguente link.

Sabato 16

La cantautrice Sarah Smith salirà sul palco del Freizeitzentrum Schnelsen. Sarah Smith presenta il suo quinto album dal sound punk/rock. Maggiori informazioni al seguente link.

L’NDR Vocal Ensemble e il suo direttore principale Klaas Stok, insieme agli organisti Andreas Fischer e Gerhard Löffler si esibiranno all’Elbphilharmonie dedicando la serata al pioniere olandese Jan Pieterszoon Sweelinck, organista e compositore. Tutte le informazioni al seguente link.

Domenica 17

Jordi Savall e la sua orchestra Le Concert des Nations eseguiranno, al Laeiszhalle, le sinfonie numero 6 e 7 di Ludwig van Beethoven. Per maggiori informazioni sull’evento, l’orchestra o i biglietti, ecco il link.

All’Elbphilharmonie, il concerto delle Quatuor Mona, quartetto formato a Parigi nel 2018. Maggiori informazioni sulle artiste e il quartetto (e biglietti) al seguente link.

Lunedì 18

Al Fabrik, il concerto dei Fischer-Z, gruppo rock britannico. Sono considerati una delle band New Wave più popolari alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80. Biglietti disponibili qui.

Il pianista Cunmo Yin si esibirà all’Elbphilharmonie. Il giovane talento eseguirà la Sonata per pianoforte in fa minore op.57 “Appassionata” di Beethoven e la Sonate h-Moll S 178 di Franz Liszt. Potete comprare i biglietti al seguente link.

Martedì 19

Il Quartetto Aris, al Laeiszhalle, si esibirà eseguendo: il Quartetto d’archi in re maggiore op.20/4 di Haydn; Cinque pezzi per quartetto d’archi – Rottura – di Schulhoff; e, infine, il Quartetto d’archi in sol maggiore, D 887 di Schubert. Potete trovare maggiori informazioni e biglietti al seguente link.

Al Brakula – Bramfelder Kulturladen, gli Hans Swingers propongono un programma che include ritmi swing, bop, latini, funk e jazz. Qui maggiori informazioni.

Giovedì 21

Al Rolf-Liebermann-Studio, suonerà il Caminero Quintet. Il gruppo unisce cinque forti individui, tutti loro stessi leader della band, in una potente unità. Il batterista e il sassofonista sono cubani e portano energia frizzante a questo quintetto cosmopolita. Le influenze molto eterogenee li rende molto originali. Potete trovare maggiori informazioni al seguente link.

All’Aalhaus, il concerto di Lucy Kruger & The Lost Boys. Lucy Kruger è una cantautrice Sud Africana che ora vive a Berlino. La sua musica si concentra sulla nuda ossatura delle canzoni, sembra di addentrarsi in un intimo folk psichedelico. Il suo ultimo disco ‘Transit Tapes (for women who move furniture around)’ è uscito ora, tramite Unique Records. Il link con maggiori informazioni.

Venerdì 22

Isfar Sarabski pianista di Baku suonerà all’Elbphilharmonie. Nel 2009, all’età di 19 anni, ha vinto il concorso pianistico del Montreux Jazz Festival con la sua brillante interpretazione delle composizioni di Bill Evans. Inoltre, il pluripremiato pianista sperimenta e gioca con le sonorità della scena elettronica nel suo paese e di influenze internazionali, ma è al jazz a cui si sta principalmente dedicando in questo momento. Per questo album, Isfar Sarabski si è circondato di 3 giovani eccellenti artisti: Makar Novikov al contrabbasso, Alexander Mashin alla batteria, Behruz Xeynal al tar. Un trio che sublima le composizioni del pianista e i suoi testi, sempre in tensione ritmica. Tutte le informazioni e i biglietti al seguente link.

Il collettivo di teatro-danza di Amburgo The Current Dance Collective si esibirà al Hamburger Sprachwerk. Il tema della nuova produzione sono i leimotiv del romanzo distopico di Aldous Huxley Brave New World. Maggiori informazioni sullo spettacolo e biglietti al seguente link.

Al Lola Kulturzentrum si terrà la consueta jam session mensile. Il link con ulteriori informazioni.

Sabato 23

Sul palco dell’Elbphilharmonie salirà il pianista italiano Federico Colli. “Il suo tocco meravigliosamente leggero e la sua grazia lirica fanno risplendere la musica”, ha scritto i “Daily Telelgraph” a proposito dell’opera di Colli. Il programma della serata spazia da Mozart ad Haydn, da Handel a Say, fino ad arrivare a Schubert. Tutte le informazioni (e i biglietti) qui.

Si ripete lo spettacolo del collettivo di teatro-danza di Amburgo The Current Dance Collective al Hamburger Sprachwerk. Il tema della nuova produzione sono i leimotiv del romanzo distopico di Aldous Huxley Brave New World. Maggiori informazioni sullo spettacolo e biglietti al seguente link.

La giovane pianista e cantante Sophia Oster e il suo quintetto si esibiranno all’Eppendorf Art Clinic. I groove forti e le melodie liriche, portate da voce e flauto, si fondono in modo molto naturale e, con una formazione degli artisti molto eterogenea, le sonorità si fanno originali e porta la loro musica oltre il classico jazz. Tutte le informazioni al seguente link.

Domenica 24

All’Elbphilharmonie, verranno eseguite due eroiche poesie sinfoniche: la Má vlast di Smetana e il Don Chisciotte di Strauss. Mischa Maisky, uno dei grandi maestri del violoncello, sarà ospite dell’epopea cavalleresca di Strauss. A condurre l’Orchestra sinfonica di Amburgo sarà Nikolaj Szeps-Znaider. Maggiori informazioni e biglietti al seguente link.

Da non perdere il concerto degli Huun-Huur-Tu al Fabrik. Il gruppo musicale è originario della repubblica di Tuva, ed usano strumenti tradizionali come l’igil, il byzaanchi, il khomuz, il doshpuluur, il tuyug. Un altro elemento peculiare degli Huun-Huur-Tu è l’utilizzo della tecnica del canto armonico. Tutte le informazioni e i biglietti al seguente link.

Al Nochtwache saliranno sul palco gli Wolf & Moon. La musica dei Wolf & Moon, gruppo indie di Berlino, vive della dicotomia delle voci dei due componenti della band. Le loro sonorità combinano folk ed elettronica. Biglietti disponibili al seguente link.

Lunedì 25

Appuntamento al buio all’Elbphilharmonie. L’evento organizzato dall’HamburgMusik consiste in un concerto a sorpresa. In un appuntamento al buio all’Elbphilharmonie gli scenari possibili sono vari: jazz, quartetto d’archi, musica classica o un folk informale. Maggiori info e biglietti al seguente link.

La band rock di Colonia, i Kasalla, saliranno, dopo un anno di stop, sul palco del Knust. Biglietti disponibili al seguente link.

Martedì 26

Al Hebebühne, il concerto di Magdalena Ganter. Nata e cresciuta nella Foresta Nera, Magdalena Ganter ora vive a Berlino. Ha studiato canto/danza e recitazione presso l’Università delle Arti e ha ricevuto il diploma con lode nel 2010 per la sua performance personale Wädermaidli hän dicki Köpf. Per maggiori informazioni sull’artista e sull’evento ecco il link.

Il Colin Currie Group si esibirà all’Elbphilharmonie. L’ensemble, fondato nel 2006, si è specializzato nell’opera di uno dei più importanti compositori contemporanei, quello dell’americano Steve Reich. Tutte le informazioni (e biglietti) al seguente link.

Mercoledì 27

L’orchestra da camera Kammersolisten Berlin eseguirà le quattro stagioni di Vivaldi all’Elbphilharmonie. Inoltre, in programma, la Sonata in mi maggiore op.5/11 di Corelli, Divertimento in re maggiore KV 125a Mozart e la Sinfonia per archi n. 2 in re maggiore di Bartholdy. Per maggiori informazioni ecco il link.

Al Uebel & Gefährlich, la performance di Bearcubs. Bearcubs è il coinvolgente progetto solista del ventottenne artista elettronico Jack Ritchie. Nel corso degli ultimi 4 anni, ha messo a punto una miscela distintamente unica di musica elettronica emotiva, future garage e lofi house music nelle sue produzioni meticolosamente realizzate. Maggiori informazioni e biglietti qui.

I Jolphin suoneranno all’Astra Stube. Jolphin sono tre ragazzi del sud della Bassa Austria. Il loro sound ha sonorità indie rock, e gli strumenti del trio sono chitarra, basso e batteria combinati con raffinate voci polifoniche. Tutte le informazioni e biglietti al seguente link.

Giovedì 28

All’Astra Stube saliranno sul palco gli Acquarama. Il duo italiano Aquarama è un vero caleidoscopio di suoni, che fonde il pop ispirato alla costa occidentale degli anni Sessanta con influenze mondiali come colonne sonore afro-funk, soul e tropicália. Nato nel 2017, il duo ha letteralmente bruciato i palchi: l’album di debutto Riva è stato suonato in un tour di 90 concerti in giro per l’Europa, ha portato gli Aquarama a suonare accanto a iconiche band francesi come La Femme e Nouvelle Vague , ambasciatori nu-jazz canadesi BadBadNotGood ed è finita ad Amburgo al Reeperbahn Festival 2018. Biglietti disponibili al seguente link.

All’Hafenklang, suoneranno i Wisecräcker, una band ska-punk di Hannover. Per maggiori informazioni e biglietti ecco il link.

Venerdì 29

La band scozzese Mànran suonerà al Knust. Dal 2010 si sono esibiti in oltre 30 paesi in tutto il mondo, inclusi diversi festival internazionali di musica folk e mondiale, hanno vinto premi in patria e all’estero e sono stati invitati a fare uno speciale concerto per le Olimpiadi di Londra 2012. Il link con maggiori informazioni e biglietti.

Al LOLA Kulturzentrum, si terrà il concerto di Yusuf Cetin. Ha scoperto il suo amore per la musica in tenera età e ha imparato a suonare il liuto dal collo lungo, noto anche come Saz. Ha fondato le sue prime band con un focus sulla musica tradizionale turca ed ha composto la musica per una serie di produzioni teatrali e cinematografiche. Tutte le informazioni al seguente link.

La voce brillante e cantata del violino e la voce cupa e languida del violoncello: in un concerto molto speciale, Patricia Kopatchinskaja e Sol Gabetta, due maestre del loro mestiere di fama internazionale, si esibiscono in duo. Il programma del concerto e ulteriori informazioni sull’evento e sulle artiste al seguente link.

Sabato 30

Al Rolf-Liebermann-Studio, Tim Hagans, il celebre trombettista jazz americano, suonerà con i musicisti della NDR Bigband. Maggiori informazioni al seguente link.

Il gruppo tedesco Hattler suonerà al LOLA Kulturzentrum. Fa parte del gruppo l’eccezionale bassista Hellmut Hattler, che da diversi anni concentra tutta la sua esperienza e passione sul collettivo Hattler. Tutte le informazioni qui.

Per gli amanti del jazz, da non perdere, allo Yoko, il concerto di Chris Pitsiokos e il suo trio. Chris Pitsiokos, classe 1990, è un talentuoso sassofonista, compositore e improvvisatore di Brooklyn. Per maggiori informazioni e biglietti ecco il link.

Un omaggio a Stravinskij del Quartetto d’archi Brentano offerto dall’Elbphilharmonie. Serena Canin e Mark Steinberg  ai violini, Misha Amory  alla viola e Nina Lee al violoncello. Oltre a Stravinskij eseguiranno le opere di Guillaume de Machaut, Carlo Gesualdo da Venosa, Ludwig van Beethoven, Giuseppe Verdi, Dmitri Shostakovich e John Cage. Biglietti disponibili al seguente link.

Sempre all’Elbphilharmonie l’esibizione del  Chor zur Welt (Coro dal mondo). Dal 2016 il coro riunisce persone e canti provenienti da diverse regioni del mondo, coltivando un frizzante scambio culturale. Ecco il link con tutte le informazioni.

Domenica 31

Come momento clou dell’Érard Festival di quest’anno, la Érard Society, in collaborazione con l’Hamburger Camerata, organizza una matinée di Brahms con i pezzi per pianoforte in ritardo e due arrangiamenti di Brahms di Mathias Weber per orchestra da camera e clarinetto solo o per orchestra d’archi e pianoforte. È un altro degli spelndidi eventi offerto dall’Elbphilharmonie. Programma completo e ulteriori informazioni sull’evento e i biglietti al seguente link.

Il Trio Brahms, composto da Nikolai Sachenko al violino, Kirill Rodin al violoncello e Natalia Rubinstein al pianoforte si esibirà all’Elbphilharmonie. Programma della serata e il resto delle informazioni qui.

Vedi anche Gli eventi da non perdere a Berlino a ottobre 2021. La guida del mese giorno per giorno

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *