Forse a breve Berlino avrà una fibra ottica come si deve

Berlino promette Internet ad alta velocità. Telekom è pronta a collegare alla rete in fibra ottica un milione di abitazioni berlinesi entro il 2027.

Berlino non è sicuramente famosa per offrire Internet veloce ai suoi cittadini. Secondo le statistiche ufficiali, solo il 13% dei berlinesi ha accesso alla rete in fibra ottica. Tutti gli altri ricevono ancora Internet attraverso vecchi cavi di rame. Per la Camera dell’Industria e del Commercio di Berlino, le cifre reali sarebbero ancora inferiori, intorno al 5%. Dati allarmanti, dunque, per una metropoli digitale come Berlino. Tale tendenza potrebbe però essere destinata a cambiare stando al progetto della più grande società di telecomunicazioni del paese. “Berlino sta diventando la capitale della fibra ottica”, ha infatti dichiarato Srini Gopalan, capo dell’unità tedesca di Deutsche Telekom.

La strategia del Senato

La scorsa settimana il Senato di Berlino ha approvato un atto legislativo che amplierà notevolmente la copertura della fibra ottica nella capitale. La strategia mira ad una fibra ottica senza interruzioni in tutta la città entro il 2030. Questo è un chiaro passo verso la democratizzazione dell’accesso a Internet in Germania. A presentare la proposta è stata in particolare Ramona Pop, vicesindaco governativa e senatrice per l’Economia, l’Energia e le Imprese. La stessa città lavorerà in questa direzione, operando per espandere la copertura 5G esistente. Si tratta di un piano a lungo termine pensato per aumentare la crescita economica e la partecipazione sociale in città. La strategia Gigabit si basa sul portale della banda larga di Berlino, che ha iniziato a funzionare nel novembre 2019. Dato che lo stato di Berlino non può intervenire direttamente nell’espansione della banda larga, fornisce uno strumento di mediazione tra i consumatori e le società di telecomunicazioni in espansione.

Il ruolo di Telekom

La società Telekom ha espresso la volontà di installare 1 milione di connessioni in fibra ottica a Berlino entro la fine del 2027. Inoltre, ha già promesso 40mila collegamenti a Karlshorst, Hansaviertel, Siemensstadt e Weißensee entro la fine dell’anno. Il costo sarà di 27 milioni di euro per un totale di 400 chilometri di cavi in ​​fibra ottica e quasi 200 scatole di distribuzione di rete. Altri 80 milioni di euro sono poi previsti per fornire il servizio in fibra ottica a 150mila famiglie a Charlottenburg, Moabit, Alt-Hohenschönhausen, Friedenau, Gropiusstadt, Köpenick, Lichtenberg e in un’altra zona di Weißensee il prossimo anno. “Questo rende la più grande area di espansione contigua di Berlin Telekom in Germania”, ha detto Gopalan. Nei prossimi anni, poi, la società intende investire quasi 500 milioni di euro in città. Si tratta di un cambio di direzione evidente: per la prima volta, l’azienda utilizzerà una tecnologia che non richiede più ampie trincee per cavi. Secondo Telekom la città offre condizioni favorevoli per l’espansione della banda larga: esistono vasti sistemi di tubi vuoti a Berlino. Tuttavia, l’azienda spera in un supporto. “La posa di migliaia di chilometri di fibra ottica e l’installazione di centinaia di distributori di rete non avverrà senza cantieri”, ha affermato Anton Renner, responsabile della tecnologia di Telekom a Berlino. L’azienda fa dunque affidamento su una stretta collaborazione con la città e le autorità distrettuali.

Internet veloce è un servizio essenziale

Anche l’amministrazione di Berlino si dice impegnata a creare le condizioni necessarie per un’espansione rapida ed efficiente. “Accelereremo e standardizzeremo le procedure di approvazione”, ha affermato Pop. Secondo lei, l’offensiva in fibra ottica di Telekom è un passo importante per il futuro digitale della capitale. L’accesso a Internet veloce oggi è un servizio essenziale, al pari di acqua, elettricità e gas. “Buone connessioni dati sono un prerequisito per la competitività della nostra economia, la partecipazione sociale e la vita lavorativa moderna”. C’è dunque tanto da recuperare. “La rete a banda larga di Berlino è attualmente in uno stato obsoleto”, ha affermato Vincentz Petzholtz, gestore di rete presso la start-up berlinese Syseleven. Secondo la Camera dell’Industria e del Commercio di Berlino, addirittura tre aziende berlinesi su dieci lamentano difficoltà nell’accesso a Internet.

La posizione delle istituzioni

La senatrice Ramona Pop ha dichiarato: “Con questa strategia per Internet ad alta velocità, lo Stato di Berlino si pone per la prima volta obiettivi chiari nell’espansione delle connessioni cablate e delle telecomunicazioni, perché i berlinesi hanno bisogno di Internet veloce. In tutti i quartieri, sia nel centro cittadino che in periferia. Il fulcro della nostra strategia è combinare gli investimenti del settore privato con il monitoraggio pubblico”. Una posizione in linea con le politiche del Bundestag, che ha riaffermato gli obiettivi dell’espansione digitale. Secondo alcuni dati relativi al 2020, circa il 93% delle famiglie aveva accesso a Internet a circa 50 Mbit/s. Tuttavia, il divario urbano-rurale, quando si tratta della disponibilità di Internet, è molto evidente. La nuova strategia per Internet ad alta velocità per Berlino è una chiara spinta in avanti a livello nazionale. La Germania sta infatti cercando di imporsi come leader nel mercato 5G.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 In copertina: foto di JKimse da Pixabay

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *