Niente Covidpass o tampone sui mezzi? In Germania si rischia una multa fino a 2.500 €

Da mercoledì 24 novembre è necessario avere un pass che attesti guarigione, vaccinazione completa o tampone negativo per viaggiare sui mezzi. Si rischia una multa salatissima

Da mercoledì 24 novembre, solo chi può dimostrare di essere vaccinato, guarito o ha effettuato un tampone nelle ultime 24 ore può usufruire dei mezzi pubblici. È la nuova regola stabilita dal Senato di Berlino e dallo Stato federale. Chi, fermato, non possiede uno dei requisiti richiesti per viaggiare, dovrà scendere dal treno. E pagare una multa, che può costare fino a 2500 euro. Anche la compagnia di trasporti responsabile potrà essere multata fino a 25mila euro. Deutsche Bahn – che controlla la rete ferroviaria tedesca e la  S-Bahn berlinese – e Berliner Verkehrsbetriebe (BVG) – responsabile, invece di U-Bahn, bus e tram nella cpaitale – sono, naturalmente, inclusi. I controlli si effettuano in maniera casuale e i controllori potranno essere affiancati anche da agenti di polizia.

Le regole nel dettaglio

“Berliner Zeitung” scrive che nei prossimi giorni saranno effettuati maggiori controlli da parte del personale della sicurezza. Nel caso in cui qualcuno opponga resistenza, il personale di sicurezza potrà chiamare la polizia. È anche possibile che siano effettuati controlli congiunti, ovvero dal personale dei trasporti e dalla polizia insieme. Per quanto riguarda Berlino, la BVG ha annunciato controlli a campione. Riepilogando, i passeggeri devono dimostrare di essere vaccinati, nello specifico di aver ricevuto l’ultima dose da almeno 14 giorni. In alternativa, si deve dimostrare di essere guariti dal Coronavirus, ma da non più di 180 giorni. Oppure si deve mostrare un certificato che dimostri di essere risultati negativi a un tampone rapido effettuato non più di 24 ore prima. Non sono ammessi i tamponi fai-da-te, ma solo test rapidi o tamponi molecolari (PCR) effettuati nei centri. La misura interessa anche chi lavora per DB e BVG. Sono invece esenti i bambini inferiori a 6 anni.

Saranno implementati anche i treni e posti a sedere

Da metà dicembre saranno aggiunti 50.000 posti in più sui treni rispetto all’anno precedente, e durante il viaggio, gli assistenti dei treni e i consulenti alla clientela dovrebbero aiutare i passeggeri a distribuirsi nel miglior modo possibile sul treno. Secondo DB, i treni a lunga percorrenza saranno ancora puliti due volte in più rispetto a prima della pandemia. Naturalmente, è ancora obbligatorio indossare la mascherina a bordo di tutti i treni. A Berlino però, d’ora in poi è ammessa anche la mascherina chirurgica: non è più obbligatoria indossare solo il modello FFP2.

Leggi anche: “Quasi tutti saranno vaccinati, guariti o morti” ecco le parole di Spahn

Foto di copertina: Alex Wendpap, cc0 Unsplash

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *