Eventi Monaco ottobre 2021 presa da https://pixabay.com/it/photos/baviera-capitale-di-stato-monaco-63268/ CC0

Cosa vedere a Monaco di Baviera in due giorni

Monaco di Baviera è la città più importante della Germania meridionale nonché una delle mete più apprezzate dai turisti

Monaco, conosciuta in tutto il mondo per essere la capitale della birra, è una delle mete turistiche più apprezzate in Germania. Non è solo l’Oktoberfest tuttavia che attira tanti visitatori ogni anno. I suoi palazzi antichi e la sua storia affascinano ogni anno molti turisti: si possono infatti ammirare edifici medievali, rinascimentali fino ad arrivare all’Ottocento e ai giorni nostri. Inoltre le vie pedonali permettono di godere delle bellezze della città con tutta calma. Ci sono poi moltissime aree verdi in cui sostare e la cucina bavarese offre ottime specialità da gustare con un boccale di birra. Dunque cosa state aspettando? Seguite la nostra guida e programmate la vostra gita nella capitale bavarese. Ecco cosa vedere a Monaco in due giorni.

 

Marienplatz - Foto di Giulia Simeoni

Marienplatz – Foto di Giulia Simeoni

1. Odeonsplatz

Come prima cosa vi consigliamo di perdervi tra le vie cittadine e godervi la bellezza del centro storico. L’ideale è partire da Odeonsplatz, snodo importante per le metro e luogo da cui potrete facilmente raggiungere le più importanti attrazioni della città. Infatti, da Odeonsplatz parte la celebre via monumentale Ludwigstraße. Sulla piazza si affacciano poi la Residenz, il palazzo reale con i giardini Hofgarten, la loggia Feldherrnhalle, la chiesa Theatinerkirche, alcune residenze nobiliari e il Bazargebäude con varie attività commerciali. La piazza poi celebra la cultura italiana, con la Theatinerkirche (Chiesa di San Gaetano) dallo stile tardo barocco italiano e la Feldherrnhalle (Loggia dei Marescialli), costruita nel 1841-44, per volere di Ludovico I di Baviera, che si ispira alla Loggia della Signoria di Firenze. La piazza, inoltre, a giugno ospita i festeggiamenti per l’anniversario della fondazione della città, che secondo la leggenda sarebbe avvenuta il 14 giugno 1158.

2. Residenz e i giardini Hofgarten

La Residenza è il palazzo più grande della Germania a trovarsi nel cuore di una città. L’edificio fu la residenza dei duchi e dei re di Baviera. Il vasto complesso è composto da tre facciate monumentali e si sviluppa intorno a tre cortili principali. La sua costruzione risale al XVI per volere del duca Alberto V. L’edificio poi nel tempo si arricchì di importanti tesori sia architettonici che decorativi. In tal senso vi consigliamo di entrare nel Residenzmuseum, costituito dalle sale stesse del castello, nonché uno dei musei di decorazione di interni fra i più significativi d’Europa. Una volta concluso il tour all’interno del palazzo, vi suggeriamo di fare una piacevole sosta ai giardini del Hofgarten: una camminata in mezzo al verde sarà rigenerante e se siete fortunati potrete anche avere il piacere di ascoltare qualche musicista di strada che si esibisce nel mezzo del parco.

I Giardini della Residenz - Foto di Giulia Simeoni

I Giardini della Residenz – Foto di Giulia Simeoni

3. Marienplatz

Una volta usciti dallo splendido palazzo regale, proseguite per le vie cittadine fino ad arrivare alla piazza successiva, Marienplatz. Marienplatz, con il Neues Rathaus (Nuovo Municipio), è il cuore pulsante della capitale della Baviera. Si tratta della piazza più affollata e più conosciuta della città. Il bellissimo edificio del Neues Rathaus si staglia sulla piazza in tutta la sua magnificenza: ne resterete incantati. Particolare è il carillon che ospita al suo interno l’orologio della torre civica, il “Glockenspiel” a figure animate, che è diventato un celebre simbolo di Monaco.

4. Viktualienmarkt

Per pranzo vi suggeriamo di provare le prelibatezze del mercato Viktualienmarkt! Si tratta del mercato più grande della città: si estende infatti su una superficie di 22.000 metri quadrati ed è aperto tutti i giorni. Offre tantissimi prodotti di altissima qualità: dalle verdure fresche ai prodotti tipici della gastronomia tedesca. Tra le bancarelle, si possono trovare anche fiorerie, panifici, macellerie, ma anche chioschi che vendono prodotti d’artigianato. Data la varietà dei prodotti, tutti i palati saranno accontentati e dunque vi consigliamo di fermarvi qui per uno spuntino!

Viktualienmarkt - Foto di Giulia Simeoni

Viktualienmarkt – Foto di Giulia Simeoni

5. Peterskirche e l’Alter Peter

Dietro Marienplatz, si trova la chiesa parrocchiale più antica di Monaco di Baviera: la Chiesa di San Pietro. Il suo campanile, che i monacensi chiamano affettuosamente “Alter Peter” (Vecchio Pietro), è uno dei punti migliori per ammirare la città dall’alto e custodisce le campane e gli orologi più antichi di Monaco. All’interno si possono ammirare gli splendidi ampliamenti barocchi realizzati in epoca successiva.

6. Frauenkirche

Un’altra chiesa simbolo della città di Monaco è la Frauenkirche, la cattedrale gotica dalle due torri slanciate. L’edificio risale al XV secolo e ospita le spoglie di alcuni imperatori. Curiosità: le due torri, sovrastate da cupole ramate a forma di cipolla, con la loro altezza di 99 metri rappresentano il limite massimo di altezza per le nuove costruzioni nel centro storico, grazie a un referendum approvato nel 2004.

7. Karlsplatz

Fate ritorno a Marienplatz e da lì procedete in direzione Karlsplatz! La grande piazza è dominata dal Justizpalast (Palazzo di Giustizia), da una fontana risalente agli anni Sessanta e dalla Karlstor, una delle tre porte rimaste della cinta muraria cittadina. A Monaco di Baviera, la piazza è conosciuta anche con il nome di Stachus, in onore dell’oste di una rinomata locanda della città che si trovava sul lato sud-est della piazza. Alla fine del XVII secolo, il nome ufficiale fu cambiato in Karlsplatz, dopo l’elezione dell’Elettore bavarese Karl Theodor. Tuttavia, “Stachus” rimase il “vero” nome per molti abitanti di Monaco tanto che oggi sugli annunci dei trasporti pubblici, sono menzionati entrambi i nomi.

Karlsplatz (Stachus) - Foto di Giulia Simeoni

Karlsplatz (Stachus) – Foto di Giulia Simeoni

8. Alter Hof e una sosta alla birreria Hofbräuhaus

Per concludere la giornata vi consigliamo di raggiungere l’Alter Hof, che vi riporterà indietro nel tempo. Infatti, sebbene gran parte dell’edificio sia stata ricostruita, nel tranquillo cortile interno sembra subito di rivivere atmosfere antiche. Fino al quindicesimo secolo l’Alter Hof ospitò la residenza dei principi Wittelsbacher, ma con la costruzione della nuova Residenz, perse importanza e diventò la sede di varie autorità finanziarie. Oggi i suoi interni sono visitabili gratuitamente. Da lì vi consigliamo di concludere in bellezza la giornata con una birra della famosa Hofbräuhaus. Oltre alla rinomata birra, il locale offre un menù vario e caratteristico, con la possibilità di mangiare anche vegetariano. Riservate però un tavolo perché generalmente il posto è sempre affollato!

9. Deutsches Museum e altri musei di Monaco

Per il secondo giorno vi consigliamo di iniziare la giornata con un bell’Apfelstrudel, perché, anche se il dolce è di tradizione austriaca, moltissime pasticcerie e chioschi lo propongono con una varietà di guarnizioni davvero gustose.

Per il secondo giorno vi consigliamo una tour culturale. Recatevi al Deutsches Museum, il museo dedicato alla tecnica più grande al mondo. Si tratta di un fantastico spazio espositivo in cui i visitatori possono girare manopole, azionare leve e interruttori e toccare molti degli oggetti esposti.

Se invece preferite le gallerie tradizionali, andate all’Alte Pinakothek! Il museo custodisce capolavori della pittura europea dal quattordicesimo al diciottesimo secolo per un totale di circa 700 dipinti. Il museo, insieme alla Neue Pinakothek, alla Pinakothek der Moderne e al Museum Brandhorst, rappresenta il nucleo centrale della zona dei musei di Monaco di Baviera. Accanto infatti potrete trovare la galleria dedicata all’arte moderna, la Neue Pinakothek e la Pinakothek der Moderne, che si occupa delle esposizioni contemporanee con sezioni dedicate al design e all’architettura.

10. Castello di Nymphenburg

Infine, l’ultima tappa della vostra gita non potrà che essere il sontuoso Castello di Nymphenburg. Il palazzo era la residenza estiva dei Wittelsbach, i regnanti bavaresi. L’imponente costruzione rappresenta una delle più belle residenze reali d’Europa. Il castello è circondato poi da un grande parco arricchito da numerosi padiglioni. Se visitate Monaco d’estate, non rinunciate  a un bel giro dei giardini alla francese del castello: sono una vera chicca!

Castello di Nymphenburg - Foto di Giulia Simeoni

Castello di Nymphenburg – Foto di Giulia Simeoni

 

Leggi anche: 5 luoghi da favola della Alpenstrasse

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

 Immagine di copertina: Monaco  da Pixabay – ©flyupmikeLicenza Pixabay

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *