Berlino vuole vietare entro il 2030 i veicoli a benzina dentro la città

Il Senato di Berlino vieterà la circolazione dei veicoli con motore a combustione dal 2030: l’area dell’S-Bahn Ring sarà a emissioni zero

Il Senato di Berlino prosegue la sua marcia per il raggiungimento della neutralità climatica. Nelle scorse settimane le decisioni adottate sono state molteplici e importanti, in vista di una riduzione delle emissioni di anidride carbonica. La principale novità deliberata dal Governo della capitale è quella riguardante i veicoli con motore a combustione. Come riporta il Berliner Morgenpost, dal 2030 sarà vietata la circolazione ai veicoli diesel e benzina all’interno dell’anello della S-Bahn, trasformando così tutta l’area in zona a emissioni zero. L’obiettivo successivo sarà quello di ampliare tale area includendovi tutta la città di Berlino.

La reazione dell’opposizione

La decisione non è stata ben accolta dall’opposizione, con il Presidente della CDU di Berlino che ha criticato duramente il piano del Senato. Secondo Kai Wegner «In termini di politica dei trasporti, la coalizione che governa Berlino si sta affidando a un’ideologia cieca. Entro i prossimi dieci anni, secondo i piani del Senatore dei Verdi per l’ambiente, solo i veicoli elettrici potranno circolare all’interno della S-Bahn-Ring. Questi piani non sono solo palesemente illegali, ma anche uno schiaffo in faccia a chi non può permettersi una costosa auto elettrica. Il fatto che questi divieti di circolazione vengano poi estesi a tutta la città dimostra la natura governativa di questo Senato».

La lotta contro le emissioni di CO2

Il Senato ha emanato diverse decisioni per contrastare gli effetti dannosi delle emissioni tossiche nell’aria. Innanzitutto anche i veicoli a motore dell’amministrazione statale di Berlino saranno convertiti in motori elettrici o con celle a combustibile a emissioni zero entro il 2030. Il Governo ha deciso per il divieto di acquisto di veicoli con motore a combustione per il settore pubblico, impegnandosi per la trasformazione delle auto aziendali in veicoli a emissioni zero entro la fine dell’attuale legislatura. Inoltre, il calcolo delle tasse di decollo e atterraggio all’aeroporto di Berlino-Brandeburgo deve essere integrato da una componente di CO2 effettiva. Il Governo di Berlino sta dimostrando il proprio impegno nel rispetto dell’ambiente e per la salvaguardia della salute dei cittadini, che ora attendono incentivi e spinte decise per attuare le misure adottate.

Studia tedesco a Berlino o via Zoom con lezioni di gruppo o collettive, corsi da 48 ore a 192 €. Scrivi a info@berlinoschule.com o clicca sul banner per maggior informazioni

Non perderti foto, video o biglietti in palio per concerti, mostre o party: segui Berlino Magazine anche su Facebook, Instagram e Twitter

Fonte copertina: Foto torre di automobili da Pixabay CC0

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *